lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Paspardo
di MASSIMO VENTURELLI 08 ago 10:06 Ultimo aggiornamento 04 ago 10:06

Lo Sciamano ricorda Bardotti

Ha preso il via il primo agosto scorso l’edizione 2017 del festival promosso dal Centro culturale Teatro Camuno, dedicato al paroliere

È dedicata a Sergio Bardotti, autore, paroliere e musicista, la 15ª edizione del festival della canzone umoristica d’autore che ha preso il via il primo agosto scorso a Paspardo con l’esibizione di Alberto Patrucco. Bardotti, scomparso nel 2007, è stato per cinque anni direttore artistico del festival pensato da Nini Giacomelli e Bibi Bertelli.

La figura del primo direttore artistico viene ricordata con un’edizione speciale: a tutti gli artisti invitati in Valle Camonica, infatti, è stato chiesto di inserire nella loro esibizione l’esecuzione di almeno una canzone del paroliere a cui si devono alcuni dei più grandi successi della musica italiana degli ultimi decenni. “Dallo sciamano allo showman” è organizzato sin dalla nascita nel 2003 dal Centro culturale Teatro Camuno a cui si affiancano il Club Tenco e “Cose di Amilcare”, associazione culturale senza scopo di lucro con sede a Barcellona intitolata ad Amilcare Rambaldi, fondatore e animatore del Club Tenco di Sanremo, Come quelle precedenti, anche l’edizione che ha preso il via nei giorni scorsi è connotata di ironia e qualità, di abbinamento tra giovani e grandi nomi dello spettacolo. Il secondo appuntamento è in programma l’8 agosto allo Spazio storie di Pisogne, con il concerto del giovane cantautore camuno Kamal, accompagnato dal violinista Mirela Isaincu. L’11 agosto il festival si sposterà a Borno, dove all’interno della proposta di “Borno incontra” il giovane cantauore Ivan Tallarico sarà intervistato da Antonio Silva.

Il 6 settembre in piazza S. Antonio a Breno (in caso di maltempo nella chiesa di S. Antonio), Ascanio Celestini, uno di rappresentati più in vista del nuovo teatro di narrazione, e Peppe Voltarelli, due volte premiato con la Targa Tenco, daranno vita a un recital nel percorso condiviso tra poesia e impegno sociale. Il 10 settembre “Dallo sciamano allo showman” sarà al teatro San Filippo di Darfo, con Edoardo De Angelis e Neri Marcoré che proporranno in modo divertente e leggero le più famose canzoni dello stesso De Angelis insieme a quelle di altri autori come De André, Dalla, De Gregori, Gaber, Tenco, Lauzi e Ciampi. Quello di Darfo sarà l’unico spettacolo a pagamento del Festival (15 euro, prevendita e prenotazioni teatrocamuno@libero.it; 3292447516).

Il 13 settembre a Cedegolo, presso il Museo dell’energia elettrica, il concerto di Eugenio Finardi. Gli ultimi appuntamenti dello “Sciamano” sono in programma il 29 settembre a Edolo con il cabarettista Norberto Midani e il suo “Estate ancora a pensarci” e il 22 dicembre, sempre a Edolo, con il “Concerto Grosso” proposto da Vittorio De Scalzi e lo Gnu Quartet. Restano ancora da stabilire luogo e data del convegno “Serio Bardotti, un talento caleidoscopico” che dovrebbe tenersi nel corso del mese di novembre, con la partecipazione di esponenti del mondo dello spettacolo. Il 21 novembre , al palazzo della cultura di Breno, la presentazione del confanetto contenente le canzoni registrate nel corso del “Guccini international” della scorsa edizione dello “Sciamano”.

MASSIMO VENTURELLI 08 ago 10:06 Ultimo aggiornamento 04 ago 10:06