lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MARIO RICCI 22 nov 11:43

Active nelle scuole

La società bresciana di tennis in carrozzina e handbike ha ripreso il tour nelle scuole per sensibilizzare su disabilità e sicurezza stradale

Dopo avere incontrato 1640 studenti durante lo scorso anno scolastico, i membri di Active Sport sono tornati tra i banchi delle scuole bresciane. Oltre ai successi sui campi di gara, dunque, la società dilettantistica cittadina rinnova il binomio scuola-disabilità incontrando i giovani alunni degli Istituti di Brescia e Provincia anche per l’anno 2018/2019. A Manerba il 7 novembre scorso e a San Felice il 17, è stato dato il via alla nuova stagione di incontri ai quali faranno seguito quelli di sabato 24 a Padenghe e di martedì 27 a Rezzato.

Il progetto. Durante le visite nelle aule delle scuole primarie, l’obiettivo è avvicinare i bambini alla disabilità incitandoli a fare domande e ad esprimere la loro curiosità attraverso momenti di gioco con le carrozzine. Con i ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado, invece, Active Sport si presenta con un secondo progetto: “Indietro non si torna”, volto alla promozione della sicurezza stradale attraverso testimonianze dirette e personali dei componenti dello staff del team dilettantistico che ha sede a Gussago. Un’esperienza di forte impatto emotivo per i ragazzi e contemporaneamente utile agli stessi protagonisti per i quali raccontare il trauma dell’incidente può risultare terapeutico. Prima dell’effettivo incontro a scuola, viene proposto nelle classi superiori un questionario anonimo per conoscere da un lato la percezione degli alunni rispetto alla condizione di disabilità e dall’altro curiosità, domande, critiche che si possono incontrare rispetto alla tematica proposta. A seguire, l’incontro in classe avverrà in piccoli gruppi, con la singola sezione, allo scopo di promuovere una maggiore vicinanza tra gli associati Active e alunni. L’incontro sarà un momento di confronto e discussione a partire dai temi emersi dai questionari precedentemente compilati. Numerosi altri interventi nelle scuole sono in via di definizione con i Dirigenti Scolastici per tenere alta l’attenzione sul mondo della disabilità che spesso, e soprattutto attraverso lo sport, è in grado di dare soddisfazioni. Active Brescia per il quinto anno consecutivo si è laureato Campione d’Italia nel tennis in carrozzina e ben figurato nell’ultimo Giro d’Italia di handbike (particolare tipo di bicicletta che si muove tramite delle manovelle mosse grazie alle braccia umane).

Adesione. In tutti gli incontri nelle scuole è sempre presente un team composto da atleti, tecnici o associati del club (adeguatamente preparati ad interagire con giovani studenti) oltre ad uno psicologo. Gli Istituti che volessero entrare a far parte del progetto “Active a scuola” possono contattare i coordinatori del progetto, signori Matteo Duranti o Maurizio Antonini ai numeri di telefono 339.5622396 e 348.4001260 oppure via mail a info@activesportdisabili.it.

MARIO RICCI 22 nov 11:43