lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 24 apr 14:38

Coldiretti: 420 pacchi solidali in dono

La distribuzione dei pacchi solidali di Coldiretti Brescia per l’emergenza coronavirus “raddoppia”: dopo le prime 300 unità consegnate ai comuni bresciani in tempo per la Pasqua, questa mattina altri 420 pacchi sono giunti a destinazione presso i comuni di Adro, Capovalle, Manerba del Garda, Marcheno, Pezzaze, Pralboino, Pontevico, Pompiano, Serle e Torbole Casaglia

La distribuzione dei pacchi solidali di Coldiretti Brescia per l’emergenza coronavirus “raddoppia”: dopo le prime 300 unità consegnate ai comuni bresciani in tempo per la Pasqua, questa mattina altri 420 pacchi sono giunti a destinazione presso i comuni di Adro, Capovalle, Manerba del Garda, Marcheno, Pezzaze, Pralboino, Pontevico, Pompiano, Serle e Torbole Casaglia (nella foto).

“Abbiamo completato puntualmente tutte le forniture ed è stato un successo – commenta Massimo Albano, direttore di Coldiretti Brescia -. Questo testimonia la valenza del lavoro sinergico messo in campo con l’assessorato regionale e le amministrazioni comunali, che hanno apprezzato la nostra proposta capace di unire solidarietà, prodotti alimentari locali di qualità e sostegno alle attività agricole del territorio”.

“Abbiamo aderito all’iniziativa dei pacchi solidali per promuovere il made in Italy – spiega Roberta Sisti, sindaco di Torbole Casaglia – e sostenere le aziende agricole del territorio, che ci hanno fornito tramite Coldiretti 200 pacchi alimentari contenenti prodotti alimentari di grande qualità. Un gesto concreto a beneficio sia delle famiglie in difficoltà sia dei produttori bresciani e lombardi”.

Attraverso l’uso del fondo di solidarietà del Governo per acquistare i pacchi alimentari realizzati da Coldiretti Brescia, in collaborazione con il Consorzio Casalasco del pomodoro, i comuni bresciani possono infatti offrire alle famiglie in difficoltà prodotti a lunga conservazione quali pasta, riso, latte, formaggio, farina, uova e altri beni rigorosamente Made in Italy: “ho ricevuto il pacco famiglia confezionato con cura da Coldiretti – racconta Lucio, un cittadino di Torbole Casaglia – sono molto contento di aver visto tutti prodotti di imprenditori agricoli del territorio, certamente per un po’ potrò mangiare cibo buono e genuino”.

Anche il comune di Serle ha ricevuto 60 pacchi alimentari: “ho apprezzato molto la solidarietà degli imprenditori di Coldiretti che, nonostante anche per loro non sia un momento facile, hanno messo a disposizione i loro prodotti al solo costo di produzione – interviene Lucia Bodei, assessore agricoltura e commercio del Comune di Serle - molte di queste aziende le conosco e producono prodotti di alta qualità”.

Il territorio che aiuta il territorio. Questo in sintesi il messaggio del Sindaco di Pompiano Giancarlo Comincini che precisa che “l’adesione al progetto di Coldiretti è avvenuta grazie alla donazione di cittadini privati e dell’associazione ciclisti di Pompiano, la comunità si è unita in segno di solidarietà verso le famiglie bisognose trovando il modo di sostenere anche le imprese agricole del territorio”.

“Il successo dell’iniziativa è corale: rinnoviamo il nostro grazie agli operatori coinvolti lungo tutta la filiera, in un momento davvero difficile, e ai comuni che hanno scelto i pacchi agroalimentari Coldiretti”, conclude il direttore Albano.

REDAZIONE 24 apr 14:38