lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 20 giu 14:19

Confartigianato in assemblea

Ascolta

Approvazione all’unanimità del bilancio, durante l'assemblea ordinaria 2019 di Confartigianato, poi l'intervento del vescovo Pierantonio e il saluto del sindaco Del Bono

L'assemblea ordinaria 2019 di Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale ha approvato, nella prima parte privata, all'unanimità, il bilancio consuntivo 2018, già approvato precedentemente all'unanimità dalla Giunta Esecutiva. Dati ancora un volta positivi, con un utile d'esercizio di 117.714 euro, in attivo per il nono anno consecutivo e consolidato nella sua parte patrimoniale. Bilancio che ha visto la relazione nei suoi contenuti da parte del direttore di Upa Servizi Fulvio Tedoldi e responsabile dell'area fiscale di Confartigianato, che del presidente del Collegio dei Revisori Gianmarco Uberti. Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2018 è stato approvato evidenziando un'attività per

11.743.703 euro; passività, debiti e fondi per 11.625.988; patrimonio netto di esercizio di 10.974.823 e un saldo netto di esercizio di 117.714. Al termine della parte privata, l'Auditorium di via Orzinuovi di Confartigianato ha aperto le porte della casa degli artigiani, per la prima volta, al Vescovo di Brescia Mons. Pierantonio Tremolada e al sindaco di Brescia Emilio Del Bono che ha portato il suo saluto. Anno importante per Confartigianato Brescia che festeggia i 70 anni della sua fondazione: a novembre le celebrazioni città. «L’impegno di Confartigianato è quello di spenderci quotidianamente, anche dopo 70 anni, nella rappresentanza e tutela degli interessi collettivi dell’artigianato e delle piccole imprese – precisa il presidente Massetti – facendo sentire la nostra voce nei tavoli dove si elaborano le strategie che coinvolgono le imprese, sollecitando tutte le amministrazioni ad ogni livello, perché ascoltino le nostre esigenze di imprenditori, vero motore sociale ed economico del Paese. E' ora che la politica ascolti le ragioni delle imprese, che sono le ragioni per far progredire il Paese».

Per il sindaco Del Bono: "Lodevole è da sempre l'impegno di Confartigianato, a partire dal suo ruolo fondante di fare ed essere associazione e sindacato d'impresa, ancora di più oggi, seppur nelle numerose difficoltà della società complessa in cui ci troviamo ad operare è necessario allargare la visione delle sfide del futuro, sostenendo prima di tutto il capitolo dell'istruzione, dell'innovazione tecnologica e quella dei valori condivisi". Infine, un passaggio sull'Europa: "Preoccupa - conclude il sindaco Del Bono - la mancanza di una voce forte e unisona dell'Italia ai tavoli europei che decideranno le sorti del nostro paese per i prossimi cinque anni".

Dal canto suo il primo intervento di Mons. Tremolada davanti alla platea di artigiani ha cominciato dal termine "carità". "La carità - per i cristiani - è una forma del vivere, una modalità dell'assistenza, che prende tutto. Gli uomini devono vivere nella carità e saper amare. Amare Dio e il prossimo, non elemosina, ma un'impostazione, una sfida vera complessa e globale. Questo è il cristianesimo. Da portare avanti con l'impegno nella politica, spinta, che anche qui dentro, dell'impegno al servizio del bene comune. Un bene che non fa notizia, rispetto al male che riempie i giornali. Ed ecco che qui, il bene, deve essere al centro di ogni azione, anche di una associazione politica, imprenditoriale e sociale".


REDAZIONE 20 giu 14:19