lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 14 dic 15:25

Il nuovo volto della Focsiv

Una donna, Ivana Borsotto, che è stata Vice Presidente della Ong veronese Progettomondo.mlal, sale al vertice della Focsiv – la Federazione italiana che riunisce gli Organismi Cristiani di Servizio Internazionale Volontariato – affiancata dal Vice Presidente Nino Santomartino, confermato nel ruolo che già ricopriva nel precedente Consiglio.

In qualità di consiglieri, inoltre, sono stati eletti Alessandra Botta, Prashanth Cattaneo, Antonio Colombi, Anna Maria Donnarumma, Michele Giongrandi, Clementina Iezzi, Federica Nassini, Marco Pala e Federico Perotti, espressione degli Organismi soci della Federazione.

Questa sarà la compagine del nuovo Consiglio Nazionale cui è stato affidato il mandato di guidare la federazione nei prossimi quattro anni.

L’Assemblea elettiva si è svolta online sabato scorso con la partecipazione di 87 ong. Al termine dei lavori Ivana Borsotto, Nino Santomartino, i 9 nuovi Consiglieri e i delegati degli organismi soci hanno ringraziato Gianfranco Cattai, Presidente uscente, per l’impegno profuso e per i risultati ottenuti nei suoi 11 anni di presidenza.

“La mia elezione, e quella del nuovo Consiglio, sono frutto di un percorso serio e trasparente, denso di riflessioni e ragionamenti sul futuro della Focsiv, che ha arricchito e approfondito l’esperienza di noi tutti, al quale gli organismi della Federazione hanno contribuito grazie al loro patrimonio di esperienza e di storia. – ha sottolineato la nuova Presidente FOCSIV, Ivana Borsotto – Il nuovo Consiglio ha il compito di valorizzare la partecipazione e la varietà delle realtà associate, il ruolo delle donne, che sono una presenza ampia e significativa nella cooperazione e nella solidarietà e, infine, l’essere una Federazione cristiana e cattolica, elemento fondante e costitutivo della nostra storia. Per esprimere come vorremo orientare il nostro lavoro riporto le parole, alle quali mi ispiro, di Santa Teresa di Lisieux “Noi non contiamo niente, ma dobbiamo operare come se tutto dipendesse da noi”. Questa la nostra responsabilità, questo è l’orizzonte verso cui continuare il nostro cammino.”

Le linee programmatiche esposte dalla nuova Presidenza e dal nuovo Consiglio che guiderà la Focisv nel prossimo quadriennio – durante il quale sarà festeggiato il 50° anniversario della sua costituzione – indicano come la Federazione voglia e possa essere un punto di riferimento utile per donne e uomini che desiderino impegnarsi nel volontariato e nella cooperazione internazionale allo sviluppo, anche come opportunità di cittadinanza attiva e di inclusione sociale.

“La Focsiv, le Ong e gli Organismi che ne fanno parte devono ancora migliorare e rinnovarsi per essere all’altezza dei tempi – ha aggiunto la nuova Presidente – tempi che ci interrogano e ci mettono alla prova, nel nostro modo di lavorare, nel valorizzare i nostri volontari, nel rispondere alle esigenze di ogni associato e nel promuoverne la collaborazione e la responsabilizzazione, nella comunicazione, nell’estendere e rafforzare le nostre relazioni sociali e istituzionali, in un cammino condiviso con donne e uomini di mille comunità. Perché ciascuno di noi possa contare di più nella lotta contro la povertà e l’ineguaglianza, nella lotta per i diritti umani e sociali, per la giustizia e per il lavoro e la sua dignità. E per essere in grado di rispondere anche alle sfide che la pandemia ci pone e ci porrà sia in Italia come in tutto il mondo.”

L’orizzonte, il valore e l’ impegno fondamentale della FOCSIV, è l’essere Chiesa nel solco tracciato dal Concilio Vaticano II e ancora ribadito da Papa Francesco, attraverso la difesa di tutte le creature e del Pianeta secondo la visione dell’ecologia Integrale; la giustizia sociale, requisito per realizzare l’intento delineato dell’ultima Enciclica “Fratelli tutti”, la costruzione del dialogo tra le religioni, come indicato anche nel documento di Abu Dhabi; il noi come pilastro del sentimento di comunità ed espressione dell’intrinseca missione della Chiesa.

Contestuale agli interventi messi in campo dalle diverse realtà della Federazione in 80 Paesi del mondo e a quelli realizzati sul territorio italiano, è la volontà di incidere sempre di più nell’agenda politica nazionale, a partire dalla partecipazione ad AOI -Associazione ONG Italiane – ed internazionale, con l’intenzione di mettere a disposizione competenze ed esperienze della Federazione e dei suoi organismi affinché siano interlocutori autorevoli e affidabili.

Con la cooperazione e la solidarietà al centro dei principi, delle volontà e del lavoro di tutti gli organismi aderenti alla Focsiv, strumenti di risposta alle ingiustizie, in grado di essere un mezzo per costruire un mondo più equo, più giusto e più sostenibile per tutti.

“La nuova squadra eletta dall’assemblea Focsiv  è il frutto di un percorso partecipato e collegiale sviluppatosi nel tempo che ha rinnovato la passione, ha favorito la conoscenza reciproca e ha rafforzato la vita democratica della Federazione. – ha messo in evidenza Nino Santomartino, Vice Presidente Focsiv – Un percorso da perseguire in tutto il prossimo mandato: per essere interlocutori autorevoli, aperti al confronto e al dialogo, nei tavoli in cui saremo impegnati, per affrontare in maniera sempre più efficace le sfide globali della cooperazione internazionale e per rispondere alle esigenze degli organismi soci.”

Ivana Borsotto Laureata in Lettere e Filosofia, prima di approdare al Mlal nel 1999, è stata impegnata nella Gioc – Gioventù operaia cristiana, volontaria nel carcere di Fossano, Consigliera Comunale e vicepresidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Fossano e Presidente del Consorzio Monviso Solidale, che gestisce i servizi socio-assistenziali di 58 Comuni della provincia di Cuneo. Dal 1989 al 2000, ha lavorato nella Cooperativa sociale O.r.so di Torino, come progettista nel campo delle politiche locali del lavoro.

REDAZIONE 14 dic 15:25