lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 04 nov 11:35

Vismara alla guida di Unionchimica

Paolo Vismara, ceo di VPM Group Srl di Alfianello, è stato confermato presidente di Unionchimica Confapi Brescia, l’Unione della piccola e media industria chimica, conciaria, materie plastiche, gomma, vetro, ceramica, abrasivi e prodotti affini. Classe 1980, Vismara è stato rieletto in occasione dell’assemblea che si è tenuta ieri in collegamento da remoto. Vismara, che a settembre è entrato anche a far parte della Giunta di Apindustria Brescia ed è componente di Giunta Nazionale Unionchimica Confapi, è pronto a proseguire anche il suo incarico all’interno dell’unione di categoria dei chimici. Il suo mandato durerà per il triennio 2020/2023. VPM Group Srl, giovane e dinamica azienda, si occupa della produzione, confezionamento e distribuzione di prodotti chimici, lubrificanti e additivi legati ai più svariati settori della filiera.

A fianco del presidente sono stati eletti i membri del Direttivo: Marta Benussi (Sara Ing. Sandro Benussi Srl), Laura Micheletti (Acca Spa), Paola Scamperle (Plasticwork Srl) e Delio Dalola (Dispari Società Cooperativa Sociale Onlus).

«Il nuovo triennio sarà una sfida sempre in salita – ha detto Vismara – soprattutto in questo periodo non facile. L’obiettivo principale sarà creare una rete sempre più collaborativa tra le aziende facenti parte alla categoria, cercando di dare ulteriore supporto alle aziende Bresciane in tema di comunicazione e assistenza in merito agli aspetti normativi, giuridico-interpretativi, previdenziali e di formazione, avvalendoci dei mezzi che il nostro sistema Confapi ci mette a disposizione. Il punto di forza sarà l’appoggio dell’efficientissima struttura di Apindustria Brescia, che con il suo organico è sempre più in prima linea al servizio delle PMI Bresciane, mettendo a disposizione il meglio che il sistema offre». Unionchimica, costituitasi nel 1989 a livello sia nazionale sia territoriale, rappresenta 3.150 imprese (32.500 dipendenti) in Italia, 80 nel bresciano (con 1.500 dipendenti). All’assemblea online ha partecipato anche il Presidente di Apindustria Brescia, Pierluigi Cordua: “Le Categorie, come in questo caso quella dei chimici, così come i Gruppi rappresentano una risorsa importante per tutto il settore imprenditoriale. Da parte mia, ma anche della Giunta e del Direttivo, ci sono la disponibilità e la volontà di sviluppare queste verticali, capire le progettualità a livello di giunta e procedere in sinergia”.

REDAZIONE 04 nov 11:35