lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di M.VENTURELLI 05 ago 00:00

70 anni per non dimenticare. Brescia ricorda Hiroshima

Nel complesso museale di Santa Giulia le manifestazioni promosse dall'associazione "Kaki tree project"

Il 6 e il 9 agosto 1945 le città di Hiroshima e Nagasaki venivano distrutte da due bombe atomiche la cui influenza nociva continua a farsi sentire ancora oggi, a 70 anni di distanza.

Tra le piante che sopravvissero alla prima esplosione nucleare della storia ci furono gli aoghiri (alberi del sole) e i kaki, dalle cui radici sono nati anche gli esemplari piantati nel cortile del Museo di Santa Giulia.

Anche quest'anno per ricordare l'anniversario delle bombe sulle due città giapponesi il coordinamento bresciano "Kaki tree project", insieme al Comune di Brescia e alla fondazione Brescia Musei, ha promosso per il 6 agosto un momento intorno agli alberi di kaki e di aoghiri presenti nei giardini dei complessi museali.

La cerimonia del ricordo prenderà il via alle 18 nell'auditorium del museo con le riflessioni di don Pierluigi Di Piazza, fondatore del centro di accoglienza "Ernesto Balducci", i rappresentanti della scuola dell'infanzia di San Martino della Battaglia, del soprano Manami Hana e dell'attrice Chiara Bazzoli.

La giornata sarà aperta, alle 8, da un flash mob davanti alla stazione ferroviaria "Per un futuro senza bombe atomiche"
M.VENTURELLI 05 ago 00:00