lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Rudiano
di SERGIO ARRIGOTTI 29 lug 08:36

A scuola dopo la Covid-19

La GAM ha presentato una pubblicazione il cui ricavato va per iniziative di formazione a favore dei bambini promosse dall’associazione Montessori Brescia

Parte da Rudiano il progetto dell’ebook “A scuola dopo la Covid-19. Non torniamo indietro, andiamo avanti! Riflessioni e idee per una scuola a misura di bambini e ragazzi”. La GAM ha presentato una pubblicazione il cui ricavato va per iniziative di formazione a favore dei bambini (promosse dall’associazione Montessori Brescia), e che vede voci di livello nazionale (Mantegazza, Staccioli, Corlazzoli, Bertinato) a fianco del clarense Rodolfo Apostoli.

Nel libro Rosa Giudetti, Presidente dell’Associazione Montessori Brescia, ha raccolto i pareri di pedagogisti, medici, psicoterapeuti, pediatri, educatrici, insegnanti e di un dirigente scolastico, su come possiamo provare a pensare a una ripartenza della scuola che metta al centro il benessere dei bambini e dei ragazzi.

La necessità di scrivere il libro nasce dalla constatazione di quanto ci si sia dimenticati dei bambini e delle loro esigenze, tirandoli in campo solo in seconda battuta: perché i genitori dovevano tornare a lavorare.

L’ottica del libro è quella pedagogica. La domanda principe è: come rientriamo? La bufera ha cambiato i termini della situazione ed è necessario pensare ad un cambiamento, ad un ridisegno della scuola nelle sue finalità, nei suoi obiettivi, nella sua organizzazione.

Ecco che allora il titolo marca un impegno preciso: “non torniamo indietro, andiamo avanti”. Mettendo testa in primo luogo alle esigenze dei bambini. Il libro propone categorie come lo spazio, il tempo, la relazione. E termini come ascoltare, accompagnare, dialogare, coinvolgere. E “il gioco”, elemento fondamentale per la relazione dei bambini, e per la serenità dell’ambiente.

“L’auspicio” scrivono gli autori “è che, superato questo periodo di isolamento, non si ritorni alla precedente realtà, ma si prosegua con una visione nuova”.

SERGIO ARRIGOTTI 29 lug 08:36