lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Orzinuovi
di SERGIO ARRIGOTTI 20 giu 10:18

Cent'anni per la Fondazione Enrico Nolli

A Orzinuovi la Fondazione compie un secolo di storia tra iniziative di beneficenza e assistenza nel campo socio-sanitario

La Fondazione Enrico Nolli onlus di Orzinuovi compie cent'anni. Un secolo di vita trascorso accanto ai più deboli. Istituita nel 1917 la Fondazione offre servizi e prestazioni di carattere assistenziale nei settori della beneficenza, dell’assistenza sociale e socio-sanitaria. Rivolge le proprie attività a persone anziane, disabili o bisognose.

E’ nata grazie ad Enrico Nolli, che deceduto il 7 gennaio 1917 dispose con testamento segreto (del 16 agosto 1916), depositato dal notaio Pavoni, la costituzione della “Opera Pia Enrico Nolli“ con sede in Orzinuovi. Del consiglio di amministrazione fanno parte di diritto i parroci di Orzinuovi, Borgo San Giacomo e Acqualunga (o persone da loro nominate), il presidente della Casa di Riposo di Orzinuovi e un cittadino di Orzinuovi. Si capisce che Enrico Nolli era persona di gran fede e legato al territorio.

I festeggiamenti per il secolo di vita della Fondazione in realtà sono doppi: il consiglio di amministrazione presieduto da don Domenico Amidani celebra infatti anche il decennale della nascita della Comunità sociosanitaria per disabili Enrico e Laura Nolli.

Centenario e decennale sono stati celebrati con un ricco calendario di iniziative raccolte sotto il titolo “100 anni e non sentirli”. Il castello San Giorgio ha ospitato lo scorso fine settimana l'apertura delle celebrazioni e l'esposizione dei dati relativi all'attività della Fondazione. A seguire un incontro teso ad approfondire la costruzione del welfare sociosanitario in Lombardia e nel bresciano. Al termine sono stati consegnati gli attestati di benemerenza alle associazioni che in questi anni hanno sostenuto la Fondazione.

Molto toccante, la sera del sabato a palazzo Franguelli, lo spettacolo teatrale della Quarto di Rosso dal titolo “People”. Una messinscena di alcuni ragazzi diversamente abili e non.

La Fondazione accoglie oggi nei 21 minialloggi della Residenza anziani bisognosi ed alcuni adulti in carico al Centro psico sociale. A piano terra si trova il Centro Diurno Anziani, e il punto di ascolto telefonico “Amici in Linea”, per la gestione del servizio di trasporto. Dal 2007 la Fondazione ha aperto la Comunità sociosanitaria Enrico e Laura Nolli: ospita dieci persone in gravi difficoltà psicofisiche, di età compresa tra i 18 e i 65 anni. È affidata alla cooperativa La Nuvola, ed è aperta 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno.

La Fondazione è una testimonianza esemplare del privato sociale che si fa pubblico ed è integrato in esso e nella comunità.


SERGIO ARRIGOTTI 20 giu 10:18