lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Chiari
di CLAUDIA MORANDINI 30 ago 09:10

Il fascino del Palio delle Quadre

Da lunedì 2 settembre a sabato 7 settembre scatta la 41ª edizione del Palio delle Quadre clarensi. Mercoledì il concerto gratuito di Arisa

E così, anno dopo anno, si è arrivati alla 41ª edizione del Palio delle Quadre. Sarà ancora tanto sport, quello bello, tanta musica, quella di qualità, tanto cibo, quello buono. Da lunedì 2 settembre a sabato 7, Chiari avrà come ogni anno i riflettori puntati addosso, coinvolgendo migliaia di persone provenienti da ogni angolo della provincia. Dopo otto lustri e poco più, il richiamo a trascorrere le ultime serate all’aperto in buona compagnia, è irresistibile. Sarà gara come sempre tra le quattro quadre a chi avrà i migliori stand gastronomici, i migliori spettacoli e la miglior musica. Al centro della cittadina, una zona “franca”, Piazza Zanardelli. Qui si svolgeranno le gare sportive, il concertone, lo spettacolo di chiusura, la partenza e arrivo della corsa podistica. Lunedì 2 si inizia con la gara di salto con l’asta giovanile, mentre martedì si svolge la 33ª Gara internazionale di salto con l’asta. Entrambi gli eventi sono in collaborazione con Atletica Chiari 1964 Libertas. Mercoledì è la sera dedicata alla grande musica con un concerto ad ingresso libero. Questa 41ª edizione vedrà sul palco Arisa,cantante e oggi anche attrice, balzata alle cronache grazie alla sua partecipazione a Sanremo, nel 2009, con il brano “Sincerità”. Da lì in poi, è sempre stato un crescendo.

Gli sbandieratori. Giovedì esibizione del gruppo sbandieratori e musicisti di Zeveto. Gli sbandieratori di Zeveto sono ormai noti in tutta Italia per la loro bravura e abilità. Venerdì animazione con le società sportive clarensi e sabato sera il gran finale. Il format è quello collaudato: spettacolo e corsa per l’aggiudicazione del Palio.”Che fai de bel a Ciare? I suna le campane” è il titolo della rievocazione storica messa in scena da Arthat Teatro, un risultato che è frutto di mesi di ricerche e preparazione. Difficile che il pubblico resti deluso tanta la cura nei dettagli: dalla musica ai costumi alle scenografie. Al centro della storia la torre campanaria, le sue undici campane, e i suoi campanari, tra i quali un posto d’onore va a Francesco Boschetti, detto “Ceco Turesà”,rimasto attivo fino oltre la metà del ‘900. E poi si arriva al momento topico.

La staffetta. La staffetta per le vie del centro, quei 1.380 metri, tanto è lungo il percorso della via Crucis, che tengono migliaia di persone con il fiato sospeso. A darsi battaglia le 4 quadre, ognuna rappresentata da batterie di 4 atleti ciascuna che si scambiano il testimone in piazza mentre il pubblico urla incitando la quadra di appartenenza. Dopo 8 anni di dominio dei verdi di Marengo, il 2018 ha visto trionfare i rossi di Villatico. Non resta che attendere sabato per conoscere i nuovi vincitori.

Le mostre. Durante le giornate, mostre, mercatini hobbystici, spettacoli teatrali e musica. Un nome in particolare: sabato sera Paul Thorn fa tappa a Chiari con il suo European tour 2019.

CLAUDIA MORANDINI 30 ago 09:10