lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE ONLINE 14 gen 00:00

Il futuro degli ex Magazzini generali

Presentato nei giorni scorsi il nuovo Piano d’intervento concordato fra il Comune
e la proprietà dell’area dismessa. Oltre 17mila mq di verde e diversi impianti sportivi

Un parco pubblico (17.069 mq), due campi da calcio, uno di basket, uno di volley (per totali 5.327 mq), quattro edifici di edilizia residenziale convenzionata (20mila mq a sud di via Don Bosco), sei edifici di residenza libera (30mila mq a sud est/ via Corsica), un centro commerciale (14.920 mq) e 11.074 mq destinati a marciapiedi e piste ciclabili. Sono questi i numeri che forniscono il profilo che avrà l’area degli ex Magazzini generali.
A fine 2014 la Giunta Del Bono ha approvato la proposta di adozione della variante al Programma integrato di intervento (variante al Pgt vigente) riguardante l’area (compresa fra le vie Dalmazia, Salgari e Corsica) di proprietà del gruppo Nuovi assetti urbani, con il quale il Comune ha trovato un accordo per la riqualificazione di una superficie per 69.420 mq totali, a fronte dei 116.110 ipotizzati dall’amministrazione precedente.

Cala quindi il sipario sul progetto della sede unica comunale portato avanti, a suo tempo, dalla giunta Paroli. L’amministrazione Del Bono, infatti, a seguito degli accordi con la proprietà, ha presentato lunedì scorso il nuovo Programma. Se l’iter andrà a buon fine, l’inizio dei lavori avverrà a cavallo fra il 2015 e il 2016. La nuova convenzione sottoscritta fra il Comune e la Nau prevede, a carico di quest’ultima (a scomputo degli oneri), 7 milioni e 147mila euro di opere pubbliche, alle quali la Loggia ha dato la priorità. Gli interventi verranno effettuati in 3 differenti fasi.

Opere di urbanizzazione interne ed esterne al sito, prima fase: rotatoria via Dalmazia–via San Giovanni Bosco, controstrada e pista ciclabile su via Dalmazia, comprese relative reti, spostamento fiume Grande ed oneri associati, primo stralcio del parco, realizzazione attrezzature sportive, rotatoria via Salgari–via Corsica, rotatoria via San Giovanni Bosco - via Corsica, sistemazione tratto di via Corsica da via San Giovanni Bosco a via Zara. Seconda fase: rotatoria via San Giovanni Bosco, strada interna - via San Giovanni Bosco, conclusione realizzazione Parco, sistemazione via Corsica da via Salgari a via San Giovanni Bosco. Terza fase: strada interna–via San Giovanni Bosco (marciapiedi, parcheggi a raso, comprese relative reti), conclusione impianti sportivi e pista ciclabile a sud su via Salgari. Sia il sindaco Emilio Del Bono che l’assessore all’Urbanistica Michela Tiboni si sono detti soddisfatti per il piano di recupero e di rigenerazione approntato per tutta l’area, con i conseguenti benefici per il quartiere.
REDAZIONE ONLINE 14 gen 00:00