lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE ONLINE 11 feb 00:00

In Loggia la mostra “Civica liuteria bresciana. Strumenti antichi dal Museo della città”

Dal 14 febbraio al 31 ottobre il salone Vanvitelliano ospiterà una mostra dedicata alla tradizione liutaia bresciana

Dal 14 febbraio al 31 ottobre 2015 presso il salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia si terrà la mostra “Civica liuteria bresciana. Strumenti antichi dal Museo della città”, un progetto del Comune di Brescia e di Fondazione Brescia Musei che nasce con la finalità di far conoscere e valorizzare la straordinaria collezione degli strumenti musicali della città, di cui vengono esposti in questa occasione cinque pregevoli pezzi prodotti dalle più importanti famiglie liutarie bresciane. L’inaugurazione si svolgerà venerdì 13 febbraio alle 18 nel salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia.

Gli strumenti in esposizione sono la testimonianza dell’importanza della tradizione liutaria cittadina, che si sviluppò in particolare nel Cinquecento e nel Seicento, e della qualità del lavoro delle botteghe specializzate nella costruzione di strumenti, la cui attività era nota e apprezzata già a partire dal XV secolo.

La collezione degli strumenti musicali dei Musei Civici, che conta ben 228 pezzi, è costituita da due nuclei principali: quello degli strumenti ad arco e quello degli strumenti a pizzico, a cui si affiancano alcuni strumenti a fiato, a percussione e a tastiera, oltre ad alcuni pezzi provenienti da paesi extraeuropei. Tale raccolta si formò inizialmente grazie alla donazione del tenore bresciano Francesco Pasini (1848-1911) che lasciò al Comune di Brescia alcuni strumenti di grande pregio, ancora oggi rappresentativi del nucleo principale della collezione. A questa prima donazione, si aggiunse nel 1994 la collezione di Virginio Cattaneo e nel 2003 quella di Magda Zanelli, che donò tre strumenti appartenenti al padre, lo scultore Angelo Zanelli. Completano la mostra una serie di pannelli didattici e due video che raccontano la storia della liuteria bresciana tramite interviste a esperti, storici e liutai, così da rendere i contenuti accessibili a qualsiasi tipologia di pubblico, specializzato e non.
REDAZIONE ONLINE 11 feb 00:00