lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Salò
di MARIO RICCI 05 lug 08:59

Aggregare oltre il calcio

Eccellenza e vanto del territorio; esempio di comportamento ed educazione. Sport e solidarietà, con un’attenzione al sociale e alla crescita dei giovani. Tutto questo è l’impegno che dal 2009 la Feralpisalò di calcio propone al vasto bacino del Garda fino ad arrivare in città, coinvolgendo le province limitrofe di Verona e Mantova

Eccellenza e vanto del territorio; esempio di comportamento ed educazione. Sport e solidarietà, con un’attenzione al sociale e alla crescita dei giovani. Tutto questo è l’impegno che dal 2009 la Feralpisalò di calcio propone al vasto bacino del Garda fino ad arrivare in città, coinvolgendo le province limitrofe di Verona e Mantova. Oltre 550 tesserati dalla categoria Pulcini fino alla prima squadra professionistica che milita nel terzo campionato nazionale, ai quali vanno aggiunti circa 80 elementi tra allenatori, preparatori, accompagnatori e collaboratori. Lo scopo è quello di estendere lo sport a tutti, disabili compresi. Non a caso il club verdeblù è l’unico in Italia ad avere una squadra che si allena regolarmente nella propria struttura un giorno a settimana. La riconferma, fino al 2020, di Pietro Strada a responsabile del settore giovanile è il premio all’ottimo lavoro intrapreso dall’ex giocatore di Parma e Brescia e dal suo staff. Quest’anno poi, oltre a riconoscimenti “comportamentali” arrivati dalla Lega Calcio (premio “Sport e Legalità”), il Salò ha ricevuto il premio “Fair Play” e la Coppa Disciplina alla formazione femminile categoria Allieve Under 16.

In classe. Rafforzati anche per la prossima annata gli impegni con le scuole del territorio e della città: nell’ultima edizione di incontri sono stati coinvolti 1200 alunni tutti invitati – poi – al gran finale presso lo Stadio Turina. Non solo calcio, dunque, ma aggregazione, crescita e attenzione al sociale con l’innesto di due tematiche importanti e delicate per il mondo giovanile: il bullismo, cyberbullismo, corretta alimentazione ed educazione stradale. “Trasmettere valori – spiega il patron Giuseppe Pasini – è quanto di più importante possa fare una società sportiva. Siamo costantemente vicini ai tesserati e alle loro famiglie testimoniando la nostra presenza, non come entità astratta bensì relazionandoci costruttivamente con dirigenti e responsabili che hanno il polso della situazione”.

MARIO RICCI 05 lug 08:59