lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE ONLINE 14 set 11:14

Brescia, quarta forza in classifica

Dopo il pareggio con il Perugia, il prossimo appuntamento è per sabato 17 settembre alle 15 contro il Pisa, una sfida che mette a confronto due allenatori che hanno mostrato sul campo la loro grinta

I numeri sono 3 e 5. Il primo indica le partite giocate in campionato dal Brescia di Brocchi e il secondo i punti conquistati: tanti per una squadra giovane che parte con la salvezza come obiettivo. La classifica oggi dice che le Rondinelle sono la quarta forza del campionato. Ma a parte i numeri, si deve analizzare la squadra e il gioco.

“Non mi è piaciuto l’atteggiamento dopo il gol subito – ha commentato a caldo il mister dopo la sfida casalinga con il Perugia – l’ho detto anche ai ragazzi. Abbiamo commesso degli errori, ma è sempre importante alzare subito la testa e reagire. Abbiamo abbassato troppo il nostro baricentro e in questo modo siamo andati in difficoltà. Mi piace – ha continuato sottolineando gli aspetti positivi del match – che la squadra cerchi sempre di giocare e di tenere in mano il pallino del gioco. In questo modo riusciamo anche a non abbassare la linea difensiva, come è successo oggi in alcuni tratti della gara”.

Il pareggio conquistato al 95°, grazie al gol di Torregrossa su assist di Minelli, ha salvato una gara pressoché opaca di Caracciolo e compagni. Di questa dice molto il fatto che Minelli è stato il migliore in campo per qualche parata importante sullo 0 a 0 e poi con grinta nell’assalto finale uomo assist. “Abbiamo avuto il merito di crederci fino alla fine – ha commentato ancora Brocchi – e questo ci ha permesso di conquistare un punto importante”. Comunque si guarda avanti. Alla prossima sfida con il Pisa lontano dalle mura amiche.

Ma il Rigamonti non è ancora così come lo vorrebbe Brocchi, che vorrebbe “ci fosse più entusiasmo intorno a questo gruppo perché la squadra ci sta mettendo tanto impegno per ottenere risultati positivi nelle partite che contano”. Entusiasmo e vicinanza per un gruppo fatto di molti giovani: “Con il supporto di chi ci sta vicino tutto diventa più facile”.


Più facile sarebbe anche se si riuscissero a mantenere i nervi saldi in campo, soprattutto se ti chiami Andrea Caracciolo e non sei un giovane di primo pelo, visto che nell’ultima gara casalinga si è beccato un rosso nelle contestazioni/rissa finale: “Andrea è dispiaciuto – ricorda il mister – e non serve rincarare la dose”. Sì, però non ci sarà nella prossima gare. Pisa-Brescia (sabato 17 settembre alle 15) sarà anche la sfida tra due allenatori che hanno mostrato sul campo la loro grinta. “Ci conosciamo bene. Rivederlo è un piacere” ha chiosato  mister Brocchi parlando del confronto con l’ex-compagno Gattuso, ora sulla panchina dei toscani.


REDAZIONE ONLINE 14 set 11:14