lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Torino
di ELISA PELLEGRINELLI 16 feb 18:17

Brescia sconfitto allo Juventus Stadium

Ascolta

Dopo una prima mezzora di match quasi alla pari, il Brescia si è lasciato andare e ha permesso alla Juventus di segnare ben due reti. Ora la retrocessione sembra sempre più vicina

Un inizio che sembrava equilibrato, con Lopez che inaugura il suo secondo match come CT della Leonessa schierando come punte Ayè e Balotelli. Già al 10’ iniziano i problemi: Alfonso prende una botta alla testa e viene sostituito dal terzo portiere Andrenacci. La partita prosegue con possesso palla nettamente a favore dei bianconeri. La prima occasione per il Brescia arriva 21’, con una punizione di Balotelli, che però non inquadra bene la porta. Al 33’ Ayè prende il primo cartellino giallo, seguito dal secondo al 37’ e dalla conseguente espulsione: il Brescia è costretto a giocare in dieci. Dopo soli tre minuti, Dybala segna il goal dell’1 a 0 e il primo tempo si conclude senza altre occasioni.

In fase di ripresa, in Brescia parte svantaggiato e cerca comunque di lottare per riprendere in mano a partita: il pressing juventino è forte e la squadra di Sarri costruisce un gioco forte e preciso. Dopo l’ammonizione di Beantancur al 64’, la svolta finale del match arriva con il goal di Cuadrado al 75’. Ora la Leonessa è sotto di due reti e fatica a rialzarsi. Molteplici sono le occasioni per la squadra di Torino, che però rimane fissa sul suo risultato. L’unica occasione per il Brescia arriva da un tiro insidioso di Ndoj, parato però facilmente dal portiere juventino. Dopo i tre minuti di recupero concessi dal direttore di gara, la partita termina con la vittoria della Juventus per 2 a 0 ed il Brescia continua a sprofondare nel buco nero della retrocessione. 

ELISA PELLEGRINELLI 16 feb 18:17