lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 24 set 08:12

Cristiano non c'è, SuperMario forse

Ascolta

Ore di attesa per Brescia-Juve in programma questa sera allo stadio RIgamonti. Caccia ai biglietti per assistere a uno scontro che il mister bianconero Sarri ha dichiarato di temere. CR7 dà forfait, Balotelli forse dal primo minuto

Calcio d'inizio alle 21 per una di quella partite che i tifosi bresciani aspettavano da anni. Con un Rigamonti pieno all'nverosimile, con i tifosi che hanno sopportato le sette fatiche di Ercole pur di entrare in possesso dell'agognato tagliando, la squadra di Corini, sino a oggi protagonista di un buon campionato (due vittorie e due sconfitte) che senza lo sfortunato secondo tempo contro il Bologna nell'esordio casalingo avrebbe potuto essere ottimo, si appresta a scendere in campo contro una Juve che, al di là di alcuni piccoli intoppi, è pur sempre una delle grandi favorite sia per la conquista dello scudetto che della tanto attesa  Champions League.

E anche se sulla carta le differenze tra le due formazioni siano evidenti, i tifosi biancoazzurri rimpongono grande fiducia nel mister e negli 11 che scenderanno in campo. Fra questi, scontata la squalifica rimediata in Francia, portebbe esserci, magari non dal fischio d'inizio, anche Mario Balotelli che sin dal suo arrivo a Brescia sta allenandosi con grande scrupolo, forse conscio che l'occasione offertagli da Cellino è di quelle che difficilmente si presentano due volte.

L'aria di casa, una pressione sicuramente meno forte rispetto agli anni trascorsi all'Inter, al Milan e al Manchester City e al Liverpool, un'età più matura e, perché, no anche le parole di Roberto Mancini rispetto alla strada da percorrere per un ritorno in Nazionale potrebbero essere gli ingredienti giusti per rivedere sui campi di calcio il Balotelli campione che tutti hanno ammirato a sprazzi.

Questa sera, dunque, potrebbe essere la volta buona per il numero 45, valore aggiunto di una squadra che sotto la guida di Eugenio Corini sta dimostrando di avere preso le misure al campionato di Serie A.

Un risentimento muscolare rende impossibile la partecipazione alla partita di Cristiano Ronaldo, la stella bianconera. E se da un punto di vista tecnico-tattico per il Brescia il forfait di CR7 può essere un piccolissimo vantaggio (visto che le alternative, da Dybala a Higuain & co non sono centro degli scartini) per il pubblico è sicuramente una piccola delusione. Ma tant'è. Non  resta dunque che aspettare e tifare con la speranza che questa sera il Brescia sappia difendersi al meglio contro la Juve di Sarri. Sognare non costa nulla e se il risveglio poi non dovesse essere tanto piacevole, pazienza. Non è sui bianconeri che le rondinelle devono fare la corsa per mantenere il posto il serie A.

REDAZIONE 24 set 08:12