lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MAURO TONINELLI 23 set 00:00

Le rondinelle vincono e convincono

Al Rigamonti si torna a vedere la vittoria dopo la partita contro la Pro Vercelli

Finalmente. Al Rigamonti si torna a vedere la vittoria. Le Rondinelle - nel turno infrasettimanale contro la Pro Vercelli - vincono e convincono. “Felice e soddisfatto” si definisce mister Boscaglia al termine della partita. Saranno d’accordo con lui anche i molti tifosi Bresciani sullo stato d’animo post-gara. Le Rondinelle hanno mostrato che sono ancora una squadra in continuo progresso e al fischio iniziale hanno ripreso dalla fine del primo tempo con Livorno (il secondo tempo con gli amaranto rappresenterebbe ora una parentesi). Ci sono ancora evidenti limiti di miglioramento, soprattutto in fase difensiva perché lì ancora si soffre un po’.

È vero che questo può essere lo scotto da pagare per avere una squadra che quando ha il possesso palla attacca con molti uomini ed è piacevole da vedere, però bisogna in qualche modo, trovare degli accorgimenti oltre, ovviamente, a sfruttare le molte occasioni da reti prodotte. Cosa che il Brescia di Boscaglia, così come tradizione delle compagini allenate dal mister, produce quasi in serie. “La squadra sta crescendo pian piano, abbiamo segnato due gol – sottolinea il mister – ma abbiamo creato anche diverse occasioni pericolose. Quello che mi è piaciuto questa sera è stata la condotta di gioco, l'equilibrio che ha dimostrato la squadra e questo è un aspetto importante in un campionato come quello cadetto".

Porta inviolata? "E' vero – ha continuato – siamo stati bravi a non prendere gol e quando succede non esci sicuramente sconfitto”. E in più da notare il terzo gol in stagione di Morosini che si sta confermando giocatore capace di prendersi le proprie responsabilità, nonostante i suoi 19 anni: “Le mie prestazioni sono frutto del lavoro di tutta una squadra. Questa squadra è formata da tanti giovani bravi ma intelligenti e anche nel calcio l'intelligenza non ha età”.

La seconda rete è stata segnata da Embalo, il migliore in campo, non solo per la rete. Ora la testa va già ad Ascoli per la partita di sabato 26 settembre alle 15. E sicuramente, visto questo Brescia, saranno in molti a seguirlo!
MAURO TONINELLI 23 set 00:00