lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Marone
di REDAZIONE 04 giu 15:40

Sport e dimensione sociale a Marone

Anche a Marone lo sport è una cosa seria. Un gioco, certamente, ma anche un servizio sociale, un’occasione di incontri, un filo che collega passioni e territorio. Parola di Armando Zanotti, presidente della Maronese

Anche a Marone lo sport è una cosa seria. Un gioco, certamente, ma anche un servizio sociale, un’occasione di incontri, un filo che collega passioni e territorio. Parola di Armando Zanotti, presidente della Maronese impegnata con il Csi.

“È proprio così − racconta il 53enne operaio e volontario −, lo sport ha un valore sociale importante, unisce le persone e crea relazioni”. Nel 1995 Zanotti diventò presidente, poi avvenne la metamorfosi della Maronese. “La nascita del Centrolago generò un’unione d’intenti tra i Comuni di Marone, Sale Marasino e Sulzano. Tutto il nostro calcio giovanile confluì lì. Dal 2005 ci concentriamo sul calcio a 7 Open, ma è rimasta la scuola calcio”. Una realtà profondamente legata al territorio, come è emerso in occasione di The Floating Piers, il ponte galleggiante realizzato dall’artista Christo, che ha messo gli occhi del mondo sul lago d’Iseo. “In quell’occasione il nostro parcheggio fu messo a disposizione. Il Comune ci consentì di trattenere i ricavi. In 16 giorni guadagnammo 54mila euro, un bottino fondamentale per la ristrutturazione del campo sintetico”. Quel campo è intriso della passione delle squadre di calcio a 7 della zona: “Il ricordo più bello? Il titolo del 2016. Una squadra in campo, l’altra sugli spalti a tifare. Vedere quell’unione fu una grande soddisfazione”.

REDAZIONE 04 giu 15:40