lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 15 giu 13:30

30mila euro per le paritarie cattoliche

A tanto ammontano i contributi economici della Fondazione Folonari e della Fondazione Comunità e Scuola per i ragazzi delle scuole paritarie cattoliche

Da oltre 40 anni la Fondazione Guido e Angela Folonari, amministrata dalla Congrega della Carità Apostolica, pone tra le proprie priorità l’attenzione alla scuola paritaria cattolica come forma di aiuto a bambini e ragazzi svantaggiati. A loro è rivolto l’impegno della fondazione, fondata nel 1979 per volontà dei coniugi Guido e Angela Folonari, con lo scopo di “prestare aiuti, morali e materiali, a minori in qualunque modo bisognosi”.

Da qualche anno la Fondazione Folonari, con il prezioso sostegno della Fondazione Comunità e Scuola, offre alle famiglie contributi economici per il pagamento delle rette scolastiche nelle scuole paritarie cattoliche medie e superiori. Nonostante le difficoltà del periodo, e a maggior ragione per essere di supporto ai nuclei familiari più deboli colpiti dagli strascichi economici dell’emergenza sanitaria, anche per l’anno scolastico 2020/2021 sono previsti contributi per l’istruzione dei ragazzi. Nello specifico, sono stati stanziati 30mila euro – 20mila da Fondazione Folonari e 10mila da Fondazione Comunità e Scuola -, che serviranno a supportare i minori più bisognosi.

Spetterà ai dirigenti scolastici, a cui è stata data specifica comunicazione, segnalare gli studenti da aiutare. In tale opera è richiesto il coinvolgimento della parrocchia di residenza della famiglia, che da statuto è figura fondamentale di intermediazione nelle azioni di sostegno svolte dalla Folonari.

Possono beneficiare del contributo bambini e ragazzi (fino al compimento del diciottesimo anno di età) frequentanti gli istituti paritari cattolici della scuola secondaria di primo e secondo grado, che abbiano residenza in città o in un comune della provincia di Brescia. L’ISEE dell’anno corrente, per le famiglie richiedenti, non deve essere superiore ai 12mila euro.

Le domande devono essere presentate entro e non oltre il 30 settembre e il modulo di richiesta deve essere compilato dalle scuole e sottoscritto dalle famiglie e dal parroco della parrocchia di residenza. Per le richieste accolte, la somma stanziata per ogni singolo minore sarà versata direttamente alla scuola con bonifico bancario.

Per l’anno scolastico 2019/2020 sono pervenute 98 domande da 18 istituti e ne sono state accolte 92. Le sei esclusioni sono state motivate da incongruenza con i limiti di reddito (4) e non residenza nei Comuni della Diocesi/Provincia (2).

REDAZIONE 15 giu 13:30