lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 10 mar 12:50

Iscrizioni per gli asili nido 2017/18

Dall’1 al 31 marzo sono aperti i termini per le iscrizioni agli asili nido comunali e convenzionati per l’anno educativo 2017/2018. L’iscrizione riguarda i bambini “divezzi”, nati dall’1 gennaio 2015 al 31 agosto 2016. Dal 2 maggio 2017 al 31 maggio 2017 si apriranno invece i termini per le iscrizioni ai nidi dei bambini “lattanti”, nati dall’1 settembre 2016 al 31 maggio 2017

Dall’1 al 31 marzo sono aperti i termini per le iscrizioni agli asili nido comunali e convenzionati per l’anno educativo 2017/2018. L’iscrizione riguarda i bambini “divezzi”, nati dall’1 gennaio 2015 al 31 agosto 2016. Dal 2 maggio 2017 al 31 maggio 2017 si apriranno invece i termini per le iscrizioni ai nidi dei bambini “lattanti”, nati dall’1 settembre 2016 al 31 maggio 2017.

Le iscrizioni possono essere effettuate esclusivamente on line, collegandosi all’indirizzo http//:iscrizioniasilinido.comune.brescia.it. Per coloro che avessero bisogno di assistenza nella compilazione della domanda sono a disposizione, oltre all’ufficio iscrizioni ai servizi per l’infanzia del Comune di Brescia (piazza Repubblica 1), l’ufficio relazioni con il pubblico in piazza Loggia e gli uffici di zona (indirizzi e orari sono riportati nell’opuscolo informativo).

Ciascuna famiglia, se interessata, oltre a iscriversi al nido scelto per il proprio bambino, potrà richiedere di essere inserita nella graduatoria denominata “tutti i nidi”, dalla quale si attingerà dopo aver esaurito le graduatorie dei singoli asili. Tutti i nidi accolgono, garantendo se necessario un sostegno specifico, i bambini in situazione di disabilità. L’attribuzione dei punteggi ai fini della formazione delle graduatorie avviene in relazione alle seguenti voci (delibera G. C. n. 152 del 26.10.2015 – ultima modifica):

· residenza nei quartieri corrispondenti alle ex circoscrizioni in cui ha sede il nido scelto;

· presenza di altri figli e età dei figli;

· presenza nel nucleo familiare di persone con disabilità;

· situazione lavorativa dei genitori;

· famiglie monogenitoriali;

· anzianità della domanda;

· genitori studenti non lavoratori.

Le domande presentate da nuclei familiari che presentano una situazione debitoria nei confronti del Comune, relativa alla frequenza ai servizi per l’infanzia, non possono essere accettate fino all’estinzione dei debiti. Le graduatorie verranno pubblicate entro il 10 aprile 2017. Ai nidi comunali sono ammessi anche i bambini non residenti nel Comune di Brescia: per loro verrà stilata una graduatoria alla quale si accederà solo una volta esaurita la graduatoria per i residenti. La frequenza al nido comporta il versamento di una retta mensile, comprensiva di pannolini, materiale per l’igiene e biancheria, graduata in base all’Indicatore della situazione economica, da un minimo di 107 euro a un massimo di 535 euro (per Isee superiori a 32mila euro) per l’orario fino alle 15.30. Vengono garantiti anche la frequenza part time, fino alle 12.30 con la consumazione del pasto (con una quota ridotta), e altri moduli orari fino alle 17, alle 17.30 o alle 18 a seconda dei nidi, con il versamento di una quota aggiuntiva.

Le rette sono le medesime dell’anno educativo in corso: sono stati effettuati solo alcuni arrotondamenti all’euro. Sono stati confermati la gratuità a partire dal quarto figlio in poi e lo sconto del 25% per l’eventuale secondo e terzo figlio frequentante il nido. I genitori possono visitare i nidi, sia comunali sia convenzionati, partecipando agli Open Day, le cui date sono riportate nell’opuscolo informativo, nel mese di marzo. Le iniziative si svolgeranno in tutti gli 11 nidi comunali e nei 12 convenzionati, anche il sabato mattina, per offrire la possibilità ai genitori che lavorano di conoscere i servizi, le educatrici e le coordinatrici. Gli Open Day rappresentano un importante momento di presentazione dei servizi alla città e alle famiglie: un’opportunità per conoscere gli ambienti e le finalità educative dei nidi e per porre l’attenzione sull’importanza, a partire dalla primissima infanzia, della frequentazione di contesti educativi e aggregativi, spazi di vita e di crescita, inclusivi, ricchi di opportunità e risorse.

I nidi, insieme a tutto il mondo dei servizi per la prima infanzia, contribuiscono a promuovere lo sviluppo di un ambiente educativo e culturale in grado di interrompere le catene intergenerazionali che, da forme di povertà economica, possono sconfinare in povertà educative, culturali e relazionali. I posti complessivamente messi a disposizione dal sistema integrato di nidi comunali e convenzionati sono 525 di cui 378 comunali e 147 convenzionati (dati dell’anno educativo in corso). Il totale dei posti riservati ai bambini lattanti è 105. Tenuto conto del numero di bambini che proseguiranno la frequenza ai nidi nell’anno educativo 2017/2018, i posti che resteranno liberi nei servizi comunali sono 182, per quanto riguarda i soli bambini “divezzi”. 

REDAZIONE 10 mar 12:50