lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 24 giu 08:22

Covid-19: dati e avvio dello screening

Ieri nel Bresciano, fortunatamente, pochi nuovi casi (solo 6) e zero decessi. La Regione annuncia l'avvio di test sierologici per i cittadini tra i 65 e i 74 anni dei Comuni più colpiti

Alla vigilia del primo caso di coronavirus riscontrato nel Bresciano (era il 24 febbraio) il numero dei nuovi contagi, 122, in tutto è uno dei più bassi mai registrati dall’inizio della pandemia. Anche il Lombardia, che con 72 nuovi contagi continua a essere la regione in cui il virus è ancora presente, in registra un sostanziale rallentamento, con un calo in tutti gli indicatori che danno la misura della diffusione del coronavirus tra la popolazione: i positivi: 12.904 (-734); i ricoverati in ospedale: 910 (-137), quelli delle terapie intensive 51 (uguale al giorno prima) e l’aumento delle persone dimesse, 790 ieri, per un totale di 63.690.

A Brescia si sono registrati ieri solo 6 nuovi casi e nessun decesso. Alla vigilia del quarto mese dalla presenza del primo caso di coronavirus nel Bresciano, il numero complessivo dei contagi, tra Ats Bresca e Ats Valle Camonica, è di 15.395, quello dei decessi è di 2.721 e quello dei guariti di 11.565.

È in questo contesto che Regione Lombardia ha dato l’annuncio ieri dell’avvio, in collaborazione con le due Ats del territorio, di una nuova indagine sierologica. I test verranno effettuati ai cittadini tra i 65 e i 74 anni dei Comuni più colpiti dalla pandemia per verificare la circolazione del virus SARS-CoV2. Complessivamente saranno coinvolte 14mila persone tra i 65 anni ed i 74 anni abitanti, per quello che concerne l’Ats Brescia in città e nei Comuni di Orzinuovi, Manerbio, Verolanuova, Borgo San Giacomo, Palazzolo sull'Oglio, Borgosatollo, Cazzago San Martino, Pontoglio, Capriolo, Chiari, Carpenedolo, Bagnolo Mella, Pontevico, Ospitaletto e Concesio.

Saranno, invece, un migliaio nel territorio della Valcamonica, le persone interessate al test. L'indagine verrà effettuata in ogni comune e sarà gestita dall'Ats della Montagna. Le chiamate ai cittadini candidati all'esecuzione del test verranno effettuate in collaborazione con i sindaci dei comuni della Valcamonica.

I test sierologici saranno effettuati in Centri Prelievi dove in contemporanea al prelievo di sangue venoso sarà eseguito anche il tampone naso e/o orofaringeo. Per garantire la copertura del territorio saranno operativi i Centri prelievi Synlab di Brescia (via Marconi), Rovato e Castenedolo ed il punto prelievi “drive -in” presso la Fiera di Brescia gestito dalla ASST Spedali Civili.

Saranno realizzati circa 300 test al giorno, da lunedì al venerdì’, e 150 al sabato; in caso di positività al test, rilevata di norma dal laboratorio già nello stesso giorno del prelievo, si procederà automaticamente alla processazione del tampone con esito il giorno successivo, garantendo tempi rapidissimi e quindi nessun periodo di isolamento per il cittadino, né nuovo accesso. Le prenotazioni nelle agende saranno gestite direttamente dal Call Center Regionale su elenchi di cittadini che saranno forniti da Ats che chiederà la collaborazione dei Comuni interessati. Saranno esclusi cittadini che siano risultati Cocid-19 positivi o che abbiano già eseguito un tampone e/o un test sierologico.

REDAZIONE 24 giu 08:22