lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 06 mag 07:52

Fase 2 secondo giorno: cauto ottimismo

Ascolta

Nella giornata di ieri altro lento calo dei contagi in tutto il Paese.Si ipotizza l'anticipo di alcune riaperture inizialmente previste per il 1° giugno

Sono 500 più le persone risultate ieri positive al Coronavirus in Lombardia, dove ci sono stati 95 decessi. Secondo i dati forniti dalla Regione, dunque, sono in tutti 78.615 i contagiati. Diminuisce ancora il numero dei ricoverati: 6.201 nei normali reparti (-213) e 509 in terapia intensiva (-23). La flessione dei contagi - con un totale di 6455 tamponi eseguiti - si conferma anche a Milano: il numero totale dei positivi è di 20.398 (+144, di cui 55 in città). A Bergamo si sono registrati solo 12 casi, 46 a Brescia e 52 a Lodi.

Sono questi i numeri di ieri, secondo giorno della “Fase 2” a dare uno sguardo leggermente più ottimistico alla situazione, in miglioramento anche a livello nazionale, tanto da indurre a ipotizzare già per ili 18 maggio una serie di nuove riaperture per attività la cui ripartenza era stata prevista per l'inizio di giugno, come bar, ristoranti e parrucchieri. I dati della Protezione Civile confermano la discesa della diffusione del virus - con l'incremento dei contagiati totali mai così basso dal 10 marzo - e il governo valuta la possibilità che si possa accelerare ulteriormente il percorso della ripresa. Con un punto fermo, però, nonostante la pressione dei governatori: si procederà con la massima cautela e prudenza, con un approccio differenziato a seconda della situazione in cui ogni Regione si troverà nel momento in cui andranno rivalutate le misure contenute nel Dpcm.

Un nuovo report sulla fase 2 della task force guidata da Roberto Colao dovrebbe arrivare la prossima settimana sul tavolo del governo. Gli esperti, suddivisi in sei gruppi di lavoro, stanno ascoltando in questi giorni i rappresentanti dei diversi settori per indagare le criticità nella fase di ripartenza dopo il lockdown e studiare risposte per accompagnare l'uscita dall'emergenza. Dall'Abi a Confagricoltura, da Confesercenti a Confindustria Pmi, la task force si sta confrontando con i rappresentanti di tutte le categorie produttive, anche in vista del nuovo passaggio atteso appunto per il 18 maggio.

"La mia impressione in queste prime ore della Fase 2 è che si sta andando nella direzione giusta". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza. I dati relativi a queste prime ore di fase 2, ha detto, "li vedremo tra qualche giorno, perché non siamo in grado di analizzarli in tempo reale nelle stesse ore, ma mi sembra che gli italiani stiano dimostrando di aver capito il rischio e stiano dimostrando responsabilità", ha affermato. "Finora abbiamo consegnato più di 2 milioni di tamponi alle Regioni e altri 5 milioni li consegneremo nelle prossime settimane; siamo uno dei Paesi in Europa che ha fatto più tamponi e credo che dobbiamo insistere su questa strada".

l tasso di contagio da coronavirus in Lombardia è, invece, inferiore alla media italiana. Lo dice il vicepresidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala. "Stiamo incrociando tutti i dati che ci arrivano e con l'aiuto di alcuni ricercatori calcoliamo il tasso di R0 al momento sappiamo che in Italia il tasso è 0,80, il tasso R0 della Lombardia è 0,75, quindi ogni persona contagia 0,75 persone cioè non più di una". "È importante rimanere sotto l'uno", ha aggiunto, "e questo è il compito di tutti noi e di tutti i cittadini".


Il Lombardia "siamo arrivati al 60%" di mobilità "rispetto a un giorno normale", ha Sala, un dato che "se lo mettiamo a confronto con la percentuale delle attività che hanno riaperto, è un dato positivo perché le attività produttive riaperte sono l'80% ", ha chiarito. "Molti non si sono mai fermati" come "i sanitari e le attività essenziali" e "ieri abbiamo avuto 940mila lavoratori che sono tornati a lavorare - ha aggiunto -. Sappiamo che un terzo sono in smart-working, anche questo contribuisce ad abbassare la mobilità e questo dato ci dice che Lombardia sta rispondendo in modo positivo alla battaglia contro il virus".

REDAZIONE 06 mag 07:52