lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 24 giu 11:14

Il sostegno della Fondazione Bonoris

Enti e organizzazioni di Brescia e Mantova che operino in favore dei minori in difficoltà possono presentare la richiesta di contributo entro il 30 settembre

Anche quest’anno c’è tempo fino al 30 settembre per presentare richiesta di contributo alla Fondazione Bonoris. Possono farlo enti e organizzazioni di Brescia e Mantova che operino in favore dei minori in difficoltà.

Nato nel 1861 e appartenente a un’antica famiglia della borghesia mantovana, il conte Gaetano Bonoris fu banchiere e deputato al Parlamento del Regno d’Italia. Condusse una vita appartata nel suo castello di Montichiari e profuse molte delle sue sostanze a sostegno dei bisognosi, in particolare i minori indigenti. Sensibilità confermata dalla donazione che decise di elargire alla Congrega della Carità Apostolica «per la gioventù infelice» delle province di Brescia e di Mantova.

La Fondazione Bonoris, amministrata dalla Congrega, dal 1928 persegue dunque lo scopo di «promuovere e sussidiare istituti, enti e organizzazioni in genere […] delle Province di Brescia e di Mantova in parti uguali, che abbiano per fine anzitutto di prestare aiuto e protezione a minori e giovani privi del sostegno familiare».

Come fare richiesta? Collegandosi al sito http://congrega.it/come-richiedere-un-contributo-alla-fondazione-bonoris Dalla pagina dedicata è possibile consultare le linee guida stabilite dalla Commissione erogatrice e compilare i moduli richiesti secondo le istruzioni pubblicate.

Lo scorso anno la Commissione Consultiva della fondazione ha deliberato complessivamente 401.200 euro in favore di enti e associazioni dedite alla cura e all’accompagnamento dei minori meno fortunati delle province di Brescia e Mantova. Numerose le aree tematiche su cui si fondano i 42 progetti (32 in provincia di Brescia e 10 in provincia di Mantova) finanziati nel 2019: percorsi di inclusione e relazione attraverso la musica, aree gioco in case famiglia, assistenza ai figli dei detenuti, integrazione scolastica e sociale di alunni sordi, supporto a bambini ipo e non vedenti, attività di doposcuola, contrasto alla povertà e sostegno a nuclei familiari disagiati.

Per informazioni relative alla richiesta di contributo, è possibile telefonare allo 030 291561 (interno 4) oppure scrivere a fondazione@congrega.it.

REDAZIONE 24 giu 11:14