lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 07 apr 09:16

Il Sangue della Siria

Oggi, venerdì 7 aprile, ultimo venerdì di Quaresima, il tesoro delle Sante Croci viene esposto in Duomo. La Cattedrale rimarrà aperta in modo straordinario dalle 8 alle 22 e che, per la prima volta, sarà possibile assistere alle visite guidate anche durante la pausa pranzo. All'interno dei Quaresimali, questa sera interviene, sul sangue della Siria, mons. Antonio Antraning Ayvasian

Oggi, venerdì 7 aprile alle 20.30, presso la Cattedrale di Brescia, si terrà "Il Sangue della Siria", la testimonianza di mons. Antonio Antraning Ayvasian, Vicario Generale dell’Alta Mesopotamia per i Cattolici di Rito Armeno.

Antonio Antraning Ayvasian nasce il 29 Agosto 1947 a Kamishli in Siria. Compiuti gli Studi secondari a Junie in Libano, ottiene il Baccalaureato in Filosofia e Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma e la Licenza in Teologia presso l’ Università di San Giuseppe dei p.p. Gesuiti a Beyrut in Libano. E’ ordinato Sacerdote il 18 Marzo 1972 a Kamishli ed è il primo Sacerdote diocesano per la diocesi Armena Cattolica dell'Alta Mesopotamia, la quale copre una superficie di quasi 76 mila kilometri quadrati tra la Turkia e l'Iraq nell'estremo Nord Est della Siria. Già nel 1972 non appena ordinato ho intrapreso l'apertura della prima scuola cattolica in Siria dopo la nazionalizzazione delle scuole cattoliche nel 1967, nel 1986 apre una seconda scuola cattolica presso Hassake. Nel 1977 fondazione del centro per bambini handicappati. Nel 1979 apre una officina per la fabbricazione di protesi con l'assistenza di esperti svizzeri, francesi, tedeschi ed olandesi con relativo Centro di fisioterapia finanziato con l’aiuto di Terre Des Hommes Deutchland e dell'Oeuvre D'Orient di Parigi. Dal 1977 e fino alla caduta del regime sovietico nel 1990 ottiene 287 borse di studio universitarie per giovani (ragazzi e ragazze) che si laureano in Medicina e Ingenieria nell’ex URSS. Nel 1982 fonda il convento della Madonna dei prati e nel 1999 fonda il Convento della Madonna della collina delle Rose con relativo Centro di Accoglienza per bambini e giovani disagiati.

Questo Centro è stato saccheggiato e bruciato dal gruppo terroristico islamico Al Nosra e oggi è stato trasformato in una fabbrica di sapone. Nel 1984 viene nominato Vicario Generale. Nel 1986 apre un oratorio per i ragazzi di strade e giovani delle periferie con l'aiuto dei PP. Salesiani di San Don Bosco. Nel 2003 fonda l’Università Al Mamun a Kamishli ad Aleppo è membro del Consiglio di Amministrativo. Riceve diversi riconoscimenti Accademici. Nel 2008 viene nominato Professore di Religione Cattolica: Storia Antica e Moderna presso la Facoltà Teologica dell’Università Statale di Yerevan in Armenia. E’ Presidente del tribunale ecclesiastico diocesano dal 2008. Collabora con diverse agenzie dell’ONU ed è un animatore della Carità della Chiesa Cattolica Armena. Amano definirlo: “Don Antonio l'Armeno in Siria, sacerdote cattolico.”

REDAZIONE 07 apr 09:16