lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Bedizzole
di REDAZIONE 30 apr 09:00

A piedi con il Centro Frassati

Domenica 21 maggio il Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”, in collaborazione con le parrocchie di Bedizzole, Mazzano e Rezzato, propone il XVIII Pellegrinaggio a piedi al Santuario della Madonna di Valverde a Rezzato

Domenica 21 maggio 2017 il Centro Culturale “Pier Giorgio Frassati”, in collaborazione con le parrocchie di Bedizzole, Mazzano e Rezzato, propone il XVIII pellegrinaggio a piedi al santuario della Madonna di Valverde (Rezzato). Sin dalla prima edizione, nell’anno giubilare 2000, la proposta si è distinta per il carattere specificatamente vocazionale; i partecipanti, in gran parte giovani, intendono affidare alla Santa Vergine le proprie attese, aspirazioni e vocazioni, in vista di una totale realizzazione di sé. In questa edizione il pellegrinaggio inizierà al Santuario di Masciaga (Bedizzole), alle 9.00, con la celebrazione della S. Messa, si snoderà sulle colline dei comuni di Mazzano e Rezzato e costeggerà per un tratto il fiume Chiese. «Il rosario della Vergine Maria, sviluppatosi gradualmente nel secondo Millennio al soffio dello spirito di Dio, è preghiera amata da numerosi Santi e incoraggiata dal Magistero. Nella sua semplicità e profondità, rimane, anche in questo terzo millennio appena iniziato, una preghiera di grande significato, destinata a portare frutti di santità». Così esordiva la lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae che S. Giovanni Paolo II scrisse nel 2002 avviando l’anno del rosario. Il pontefice parlò in quell’occasione del rosario come di una preghiera che, nella sua sobrietà, concentra in sé la profondità dell'intero messaggio evangelico di cui è quasi un compendio. Con esso il popolo cristiano si è messo per secoli alla scuola di Maria per lasciarsi introdurre alla contemplazione e alla meditazione dei misteri della fede cristiana. Tale esigenza spirituale non ha smesso di essere avvertita anche oggi in Occidente attraverso un rinnovato bisogno di meditazione che trova a volte in altre religioni modalità piuttosto accattivanti, come tecniche di carattere psico-fisico, ripetitive e simboliche.

Il rosario si pone in questo quadro universale della fenomenologia religiosa, ma si delinea con caratteristiche proprie, che rispondono alle esigenze tipiche della specificità cristiana. E' un metodo per contemplare l’esperienza di vita della Vergine e di Cristo che quindi va utilizzato in relazione al fine e non può diventare fine a se stesso, per non correre il rischio di concepire la corona del rosario alla stregua di un oggetto magico o un amuleto con un radicale travisamento del suo senso e della sua funzione. Di fronte a tale sfida, risulta ancor più necessario quindi riscoprire come può diventare davvero feconda la recita di una preghiera tanto antica e profonda, cui la Chiesa ha sempre riconosciuto una particolare efficacia, affidando ad essa, alla sua recita corale, alla sua pratica costante, le cause più difficili. In momenti in cui la cristianità stessa era minacciata, fu alla forza di questa preghiera che si attribuì lo scampato pericolo e la Vergine del rosario fu salutata come propiziatrice della salvezza. L’appello e la preghiera della XVIII edizione del pellegrinaggio al Santuario della Madonna di Valverde si rivolge a Lei.

Affidando alla Regina del rosario tutti i suoi figli, specialmente i giovani, il percorso delle tappe e delle meditazioni farà memoria di tutte le occasioni in cui, attraverso le sue apparizioni, ha chiesto ai suoi figli di inginocchiarsi e pregare. Si può viaggiare con autobus privato (solo andata da Rezzato a Masciaga), con partenza dal parcheggio del Santuario di Valverde alle 8.00. L'iscrizione è da effettuarsi telefonicamente entro e non oltre lunedi 15 maggio contattando il 329 6192847. La quota di partecipazione prevista (comprensiva del libretto del percorso) consiste in 5 euro. Se si intende usufruire del trasferimento in autobus la quota di partecipazione è di 8 euro. Il saldo della quota verrà effettuato alla partenza del pellegrinaggio. Dopo il percorso del mattino, è prevista la sosta per il pranzo al sacco presso la località Pieve e si riprende il cammino nel primo pomeriggio. Il pellegrinaggio si effettuerà anche in caso di pioggia ed è quindi consigliato un abbigliamento adatto a qualsiasi condizione atmosferica. L'arrivo al Santuario di Valverde è intorno alle 17.00 e seguirà piccolo momento di convivialità e ristoro presso la Casa del Pellegrino.

REDAZIONE 30 apr 09:00