lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 12 feb 12:08

Benedetta povertà

Martedì 16 febbraio alle 20.30 riprendono in modalità streaming gli incontri della rivista “Missione Oggi”, edizione di primavera, “Non solo libri / Teatro dell’anima”, in collaborazione con “Missionari Saveriani” e “Libreria Paoline”.

Il primo appuntamento sarà con Erio Castellucci, vescovo di Modena e Carpi, autore di Benedetta povertà. Provocazioni su Chiesa e denaro, dell’EMI-Editrice missionaria italiana. Per collegarsi all’evento, basta cliccare sulla pagina web di “Missione Oggi” https://www.saveriani.it/missioneoggi

"Beati i poveri", dice Gesù. Ma la Bibbia chiede anche giustizia per gli ultimi e riscatto per gli oppressi. Dunque, la povertà è faccenda benedetta o maledetta? I poveri li avremo sempre con noi, afferma il vangelo: ma è un destino ineluttabile per alcuni non raggiungere un decente livello di vita? In queste pagine, ricche di riferimenti biblici e di sapienza umana, Erio Castellucci ci aiuta a distinguere tre povertà diverse: una da scegliere, e si chiama sobrietà; una da combattere, per ottenere equità; e una da riscattare, per raggiungere la fraternità.

Anche la Chiesa è chiamata in causa: le sue ricchezze possono esistere solo per costruire condivisione, non per affermare prestigio o potere. Il rapporto tra fede e denaro deve svilupparsi dentro una prospettiva evangelica, alla scuola di maestri come Francesco d’Assisi. "Ricordarsi dei poveri" significa non attaccarsi ai beni materiali, alla "roba", individualmente e come comunità, ma aprirsi alla fraternità. In definitiva, vuol dire "andare incontro - Erio Castellucci - a quei poveri che ci salveranno, perché risveglieranno in noi le energie migliori". "La conversione economica è una delle più faticose. Oggi la testimonianza dei cristiani si gioca in buona parte sul rapporto con i beni".

Dialogano con l'autore don Flavio Dalla Vecchia e Cristina Simonelli. Presenta Lorenzo Fazzini, introduce padre Mario Menin.


REDAZIONE 12 feb 12:08