lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di MATTIA BOLDRINI 17 feb 12:14

Incontro con Paolo Scquizzato

Domenica 21 febbraio alle 16 incontro con Paolo Scquizzato per un dialogo sul suo libro "Dalla cenere la vita". La diretta sui canali social dell'Editrice Paoline

Il 21 febbraio sul canale youtube e sulla pagina facebook delle paoline si terrà un incontro con Paolo Scquizzato. L'autore con la semplicità e l’immediatezza che lo contraddistingue, offre un percorso quaresimale che spinge un po’ oltre lo scontato. In quattro tappe – i quattro capitoli che compongono il testo – accompagna il lettore a: Riscoprire e ripensare il peccato; Entrare nella dinamica della salvezza; Accogliere la Quaresima come tempo di svuotamento per far emergere Dio; Entrare in contatto con la Parola, attraverso la lectio di tre brani evangelici.

Leggiamo dell’introduzione: “Diciamoci la verità, solo la parola quaresima ci mette addosso un po’ di tristezza. Un tempo listato a lutto: sacrificio, fioretti, digiuno, astinenza, peccato, confessione, mortificazione… sono solo alcune delle espressioni che ricorrono spesso in certi ambienti ecclesiali, soprattutto parrocchiali, propugnate per prepararsi in modo serio alla grande festa della Pasqua. Un periodo di buoni propositi, destinati al naufragio dopo solo alcuni giorni, se non ore, e che lasciano, infine, un sapore amaro in bocca, retrogusto del ben noto senso di colpa. Ma allora, è ancora sensato vivere questi quaranta giorni in preparazione alla Pasqua, se tutto si risolve in un atto volontaristico di migliorismo spirituale? La risposta è certamente sì, ha ancora senso. La Quaresima rimane un momento privilegiato e insieme fondamentale per il proprio cammino spirituale e di compimento umano, a patto che si abbia il coraggio di ridirsi, in modo maturo e serio, le motivazioni profonde e di recuperarne il significato autentico”.


MATTIA BOLDRINI 17 feb 12:14