lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Lonato del Garda
di GIOVANNI DE MARCO 02 apr 00:00

L'ottava edizione di "Fiori nella Rocca"

Da venerdì 10 a domenica 12 aprile, la Rocca di Lonato, grazie alla fondazione Ugo Da Como, accoglierà i più importanti vivaisti italiani e stranieri in un variopinto mercato di corolle e piante

Anche quest’anno la Rocca viscontea di Lonato del Garda si risveglia con “Fiori nella Rocca”, l’ottava edizione della mostra mercato di piante e fiori rari. Da venerdì 10 a domenica 12 aprile, la fondazione Ugo Da Como accoglierà i più importanti vivaisti italiani e stranieri, tra cui ricercatori di essenze e fiori introvabili, in un variopinto mercato di corolle e piante: dalle erbacee perenni, alle piante aromatiche, medicinali e orticole particolari, senza dimenticare le piante acquatiche e quelle forestali. Nel quartiere della Rocchetta saranno allestiti per i visitatori vasi in maiolica artigianali dallo stile floreale di alta fattura, e ben otto tavole d’autore imbandite di fiori e porcellane curate da Giusy Ferrari Cielo, insegnante e giudice internazionale dell’Istituto Italiano Floreale Amatori di Sanremo.

Tre giorni speciali quelli nella Rocca da dedicare al mondo del giardinaggio non solo per i grandi, ma anche per i più piccoli grazie alla presenza di un “hortus conclusus”, un’area riservata ai bambini con giochi, letture e laboratori per la creazione di fiorigami. Tra i vari eventi correlati alla manifestazione si segnala “Un bouquet per la mia casa”, lezioni gratuite di composizione floreale, e la presentazione dell’ultima pubblicazione dell’editore Leo S. Olschki “Codici e rose” della Collana Giardini e Paesaggio. Durante “Fiori nella Rocca”, sarà possibile visitare anche l’antico borgo lonatese attraverso un percorso multisensoriale profumato che, dal centro storico, sale fino alla dimora del senatore Ugo Da Como.

Visto l’ottimo riscontro delle passate edizioni, novità di quest’anno è l’apertura a partire da venerdì pomeriggio: scelta vincente per visitare una delle principali fortificazioni del Nord Italia come la Rocca, simbolo della città e monumento nazionale dal 1912, lodata anche da Napoleone Bonaparte per la sua imponenza e posizione strategica.
GIOVANNI DE MARCO 02 apr 00:00