lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Carpenedolo
di FEDERICO MIGLIORATI 28 nov 10:38

Tempo di Fiera del Torrone

Ascolta

La Pro Loco dà vita sabato 7 e domenica 8 dicembre dalle 10 alle 22 al tradizionale appuntamento tra spettacoli e stand gastronomici

Due giornate di festa, due momenti per rinnovare il legame tra città “unite” dal torrone come Carpenedolo e Cremona, con lo sfondo della tradizione religiosa della Madonna del Castello su cui l’attuale manifestazione si innesta. La Pro Loco presieduta da Angelo Marzocchi (alla sua ultima esperienza da numero uno del gruppo), con il patrocinio del Comune, dà vita sabato 7 e domenica 8 dicembre dalle 10 alle 22 all’ormai tradizionale “Fiera del Torrone”, appuntamento che lo scorso anno portò sotto i carpini oltre 12mila persone. Lo staff organizzativo composto da circa 70 volontari tra cui rappresentanti degli Alpini e dell’Azione Cattolica è al lavoro per definire gli ultimi dettagli e poi sarà grande divertimento anche se non mancheranno spazi per la riflessione, il confronto e la solidarietà.

Gli eventi. Tra gli spettacoli più suggestivi ci sarà il video show che in Piazza Matteotti, a partire dalle ore 17 di entrambe le giornate sino a tarda sera disegnerà sulla facciata della chiesa di San Rocco l’intera architettura della stessa con effetti video, giochi di luce, musica e attività di animazione anche grazie alla presenza di un video deejay. Di forte impatto sarà anche il concerto del Gospel Choir di 20 elementi che si esibirà in Piazza Europa e in via Deretti eseguendo brani spirituals e moderni. Sempre nella rinnovata Piazza Europa ecco il FoodTruck con la possibilità per la popolazione di assaggiare dolci specialità. Uno spazio verrà riservato anche ai prodotti in arrivo direttamente da Cremona grazie alla collaborazione con la Camera di Commercio, “un accordo importante – sottolinea il presidente della Pro Loco – che simboleggia la sinergia tra la città del torrone per antonomasia e Carpenedolo”. La Fiera del Torrone significa anche Villaggio di Babbo Natale, luna park, Casa degli Elfi, passaggio ed esibizione degli zampognari e molto altro per un evento che è ormai tradizione “e che – conclude Marzocchi – vogliamo far sì che possa continuare anche nei prossimi anni. Un grazie doveroso va ai nostri sponsor, a quanti ci supportano e agli oltre 100 espositori che popoleranno il centro della città nelle due giornate”. Ora non resta che confidare nel bel tempo per garantire il pieno successo di questa caratteristica manifestazione che unisce sapientemente tradizione e modernità.

FEDERICO MIGLIORATI 28 nov 10:38