lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Rezzato
di GIOVANNI DE MARCO 04 lug 15:09

Tra arte e natura

“Tra arte e natura: esperienze espressive collettive in PInAC e nei parchi di Rezzato” è la nuova iniziativa dedicata a bambine e bambini curiosi, dai 6 ai 12 anni, della fondazione PinAC: quattro cicli da una settimana, a cura di quattro artisti differenti, per un’estate all’insegna della creatività

“Tra arte e natura: esperienze espressive collettive in PInAC e nei parchi di Rezzato” è la nuova iniziativa dedicata a bambine e bambini curiosi, dai 6 ai 12 anni, della fondazione PinAC:  quattro cicli da una settimana, a cura di quattro artisti differenti, per un’estate all’insegna della creatività.

“La casa dei disegni danzanti” è il titolo della prima settimana in calendario: a cura di Elena Tognoli, i partecipanti potranno costruire una vera e propria casa disegnata fatta di stanze, porte, ambienti, personaggi. Dal 15 al 19 Luglio, i bambini  saranno coinvolti in un dinamico alternarsi di attività individuali e di gruppo. Obbiettivo esplorare il rapporto del disegno con il movimento espressivo del corpo e con l’ascolto di suoni, senza dimenticare momenti di rielaborazione degli stimoli proposti attraverso il disegno bidimensionale e tridimensionale. Le attività si svolgeranno dalle 9 alle 12.30. I bambini saranno accolti in PInAC a partire dalle 8.00. Dalle 12.30 alle 14.00 sarà possibile poi consumare un pranzo al sacco sotto la supervisione dello staff.

Dal 22 al 26 luglio, è il momento di “Le mani sugli alberi” a cura di Maria Laura Marazzi: in questa seconda settimana di PInAC i partecipanti realizzeranno delle installazioni artistiche che dialogano con il verde grazie a materiali artistici e di recupero. Attraverso di essi si interverrà sullo spazio e su se stessi dando vita a delle inaspettate trasformazioni. Obbiettivo del progetto riconoscere gli alberi che ci circondano e a creare con le nostre mani degli alberi da aggiungere a quelli del parco, creando un prato di fiori sospeso a mezz’aria.

GIOVANNI DE MARCO 04 lug 15:09