lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE 29 mar 10:56

Bcc Brescia si conferma solida e sana

Il Consiglio di amministrazione di Bcc Brescia, presieduta da Ennio Zani e diretta da Stefania Perletti, ha approvato il progetto di bilancio chiuso al 31/12/2020, con un utile netto pari a € 15,08 milioni.

“Nel contesto di un anno stravolgente e particolarmente complesso, soprattutto nella nostra area di riferimento, la Banca ha saputo reagire ponendosi al servizio del territorio e sapendo rispondere con efficienza alla complessità della situazione. Merito dell’impegno di tutte le strutture della Banca  ma anche della crescente fiducia che i bresciani ripongono nel nostro Istituto”, così dichiara il Dott. Ennio Zani, Presidente di Bcc Brescia.   

La solidità della banca trova conferma nell’entità del suo patrimonio netto, pari a 281 mln, che la colloca a fine 2020 tra le prime 10 Bcc in Italia. Solidità misurata anche dal coefficiente CET 1 (capitale primario / attività di rischio ponderate) che sale dal 21,68% al 26,05%, contro una media del sistema bancario italiano pari al 14,8%. L’NPLs ratio dei deteriorati netti scende all’1,3% (media nazionale 3,1%)  mentre la copertura di tutti i deteriorati (coverage) sale al 81,2%.

La raccolta globale della Banca sale a un valore complessivo pari a 3 miliardi e 896 milioni di euro, evidenziando un incremento del 14,2% sul bilancio precedente. La raccolta diretta da clientela è pari a 2 miliardi e 901 milioni di euro evidenzia una crescita del 14%. La raccolta indiretta chiude in aumento a 994 milioni di euro, con un incremento di 126 milioni di euro (+14,2%). La crescita della  raccolta indiretta è fortemente sostenuta dal Risparmio Gestito che ne rappresenta il 77%.  La crescita così vigorosa della raccolta testimonia la fiducia che i Bresciani ripongono nella banca con una crescita costante della clientela che si sta avvicinando a quota 100.000 unità.

L’ammontare netto degli impieghi verso la clientela chiude a 1 miliardo e 593 milioni di euro, in crescita  dell’1,2%, a cui vanno aggiunti gli impieghi disintermediati dalla Banca (in prevalenza per operazioni di leasing e finanziamenti in pool) che chiudono a 271 milioni di euro. Il totale degli impieghi, diretti e indiretti, si attesta a 1 miliardo e 864 milioni di euro, in crescita dell’1,8% rispetto all’esercizio precedente.

Il conto economico 2020 si chiude con un utile netto di 15,08 milioni (lo scorso anno 15,33 milioni) ed evidenzia le seguenti dinamiche reddituali rispetto al 2019: margine finanziario +7%, commissioni nette stabili, margine d'intermediazione -5,8%. L’utile netto sconta comunque 14 milioni di accantonamenti prudenziali sul credito. La redditività della Banca sul capitale proprio evidenzia un Roe del 5,7% contro il 6,4% dell’esercizio precedente.

“In oltre cento anni di storia non abbiamo mai chiuso un bilancio in negativo, le nostre crescite non sono mai state esasperate ma sono state continue e costanti, dichiara il Presidente, come è proprio del carattere dei bresciani, conosciuti ovunque come persone concrete ed affidabili, che non fanno proclami ma affrontano il lavoro con costanza,  dedizione e passione.  Abbiamo sempre creduto nel nostro territorio e siamo cresciuti negli anni dedicandoci ad esso,  guidati dall’idea di investire le nostre risorse entro i confini della nostra provincia per favorire lo sviluppo economico delle nostre aziende ed il benessere della nostra gente”.

La stabilità rispetto all’anno precedente delle Commissioni da servizi, tenendo conto del contesto in cui si sono formate,  è un risultato straordinario. Le commissioni nette partecipano alla formazione del margine complessivo di intermediazione per il 34% e coprono al 93% il costo del personale. Sono sorrette dallo sviluppo del risparmio gestito, assicurazioni, credito al consumo, mutua integrativa, monetica ed energia. Oltre alla costante crescita dei conti correnti che si attestano a oltre 93.000 rapporti.

Nel corso del 2020 sono arrivati due importanti riconoscimenti: Altroconsumo Finanza che ha curato la classifica delle banche più solide e sicure d’Italia ha attribuito a Bcc Brescia il punteggio massimo di cinque stelle. Milano Finanza, nell’Atlante delle Banche leader 2020, ha collocato la Banca ai primi posti tra le banche che rappresentano un’eccellenza regionale. 

La struttura operativa è formata da 395 addetti e la rete territoriale è composta da 60 filiali. L’ottimizzazione della presenza della Banca sul territorio è proseguita con l’accorpamento, su filiali limitrofe, della succursale di Capriano del Colle e con la recente apertura della nuova filiale di Castiglione delle Stiviere.

La compagine sociale, formata da  7.926 soci è cresciuta, nel corso del 2020, di 298 Soci.

Il bilancio 2020 chiude con un utile d’esercizio di euro 15.080.970,50 che il Consiglio di amministrazione propone all’Assemblea dei soci di destinare come segue: alla Riserva legale l'ammontare di euro 10.556.679,35 pari al 70% dell'utile netto; al Fondo mutualistico per la promozione e lo sviluppo  della cooperazione, l'ammontare di euro 452.429,12 pari al 3% dell'utile; alla Riserva indivisibile a destinazione generica euro 118.720,27; ai Soci a titolo di "dividendi" l'importo di euro 250.440,93 pari al 2% ragguagliato al capitale; ai Soci a titolo di "ristorni" l'importo di  euro 1.502.700,83 quale vantaggio mutualistico attribuibile in proporzione alla operatività intrattenuta con la banca durante l'anno, in base ai criteri disciplinati nell'apposito regolamento interno; al Fondo beneficenza e mutualità la quota di utili pari a euro 2.200.000,00.

REDAZIONE 29 mar 10:56