lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Soprazzocco
di VITTORIO BERTONI 26 feb 08:30

Spazio per educare i genitori

A Soprazzocco, cinque incontri online per scoprire i bisogni dei bambini e il metodo Montessori. La proposta della scuola dell’infanzia paritaria Il Sassolino

Cinque incontri online per scoprire i bisogni dei bambini e il metodo Montessori. È la proposta della Casa dei Bambini “Il Sassolino”, scuola dell’infanzia paritaria di Soprazocco di Gavardo, rivolta ai genitori in questo periodo così complicato che ha bisogno come l’aria di uno spazio di informazione e condivisione, per coltivare con attenzione la continuità tra la famiglia e la scuola. La Casa dei Bambini “Il Sassolino” è stata avviata nel settembre 2007 grazie alla collaborazione di un’esperta insegnante montessoriana, Anna Barazzuol.

I temi in gioco. Qual è il significato educativo della libertà? Qual è il valore della regola? Si può imparare a stare bene nel conflitto? Cosa significa educare alla pace? Che relazione c’è tra apprendimento, rischio e pericolo? Come si concilia la libera scelta del bambino con il ruolo guida dell’adulto? Domande che trovano la fonte di ispirazione nell’approccio Montessori, che dal 2007 fonda l’esperienza educativa del Sassolino punto di partenza della proposta formativa di “Fondazione Intro”, ente non profit che vuole accompagnare genitori e insegnanti nella bella fatica di essere educatori. Intro nasce nel luglio 2015 dall’intesa tra il gruppo di lavoro dell’Associazione di promozione sociale “Il Sassolino” e imprenditori locali che, negli anni, hanno seguito questo laboratorio di iniziative sul territorio. La Fondazione intende dare continuità all’esperienza della Casa dei Bambini, ampliandola attraverso corsi, laboratori, seminari, consulenze organizzative a scuole dell’infanzia, attività formative per bambini e adulti, per genitori e insegnanti.

Il programma. Si comincia il 3 marzo con “Fra libertà e disciplina: Montessori oggi”. A seguire, il 17 “Aiutami a fare da solo: il peso dell’autonomia”, il 31 “Educare alla felicità?” e il 14 aprile “Cercare la Pace, tra le paure del nostro tempo”. Chiusura il 28 su “Come coltivare la continuità tra la famiglia e la scuola”. Tutti gli incontri iniziano alle 20.45. Le riflessioni saranno accompagnate da Annalisa Schirato, consulente pedagogica, formatrice, assistente tecnica Montessori per le Case dei bambini dell’Opera Nazionale Montessori. Al termine del percorso i partecipanti, confrontandosi tra di loro e con la facilitazione della conduttrice avranno acquisito informazioni utili a identificare i bisogni dei bambini in base alle diverse età, avranno familiarizzato con gli strumenti per valutare la continuità dello stile educativo tra la famiglia e la scuola e saranno riusciti a inquadrare l’approccio Montessori, in dialogo con la pedagogia più attuale. Per partecipare agli incontri è richiesto un contributo per famiglia di 115 euro a copertura delle spese. Possono accedere al percorso fino a 20 coppie. Per informazioni e iscrizioni, si può consultare il sito www.ilsassolino.org.

VITTORIO BERTONI 26 feb 08:30