lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
31 mar 00:00

Il ricordo di don Firmo

-

E' scomparso come ogni altro uomo, un rappresentante di Cristo, uomo di fede e coraggio, focolare e amico di tutti, parroco e pastrore. L'uomo Firmo Gandossi divenuto sacerdote nel 1956, ha servito umilmente la sua chiesa, ha donato tutta la sua vita al servizio degli altri, ha insegnato, seguito, gridato e amato il suo Signore, quello dell'amore, quello dell'essere UNO per essere tutti uniti. Come non ricordare le PAROLE DI VITA, le pillole mensili di Chiara Lubich accompagnate dai suoi commenti personali a tutti i suoi parrocchiani, quelli conosciuti nel suo lungo cammino pastorale, che hanno sempre avuto un posto di riguardo nel suo cuore. Uomo di grande fede e grande forza, sempre all'avanguardia con la tecnologia, avanti con il tempo e sino a qualche giorno fa presente sui social network per parlare con i fedeli di Gesù sempre pronto con un buon consiglio.

Tante le comunità che lo ricordano, un lungo ministero sacerdotale iniziato ad Erbusco, proseguito alla Volta Bresciana in città, a Manerbio, a Livemmo Pertica Alta e a Lavenone di Pertica Bassa, Bagolino e Sale Marasino per terminare il suo cammino a San Polo dove la salma è nella chiesa parrocchiale e monsignor Vigilio Olmi celebrerà la veglia funebre venerdì 18 marzo alle 20.30. Don Firmo Gandossi, classe 1931, uomo di grande forza che ha saputo incuneare il verbo di Cristo dell'amore fraterno anche ai più testardi, sempre pronto allo "scappellotto quando serve" e sempre pronto a superare i grandi ostacoli. "Sempre uno", anche adesso che non c'è, sempre uno. Ciao don... mitico don!
31 mar 00:00