lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Milano
di REDAZIONE 24 nov 11:50

Happy Circus: un progetto vincente

Le arti circensi come sostegno per gli individui portatori di sindromi come l’autismo, Down o altri deficit cognitivi: il progetto Happy Circus, grazie alla collaborazione e sinergia con SPF Fundraising, vince il bando di Regione Lombardia “Sostegno alle Associazioni del Terzo Settore anno 2020”. L’associazione Le Rondini è capofila del progetto attivo da 6 anni in Franciacorta, in collaborazione con Il Club e A.R.E.S.

Il progetto nasce dalla necessità di colmare la mancanza di realtà che, sul territorio lombardo, utilizzino le arti circensi come esperienze sensoriali ed emozionali volte ad ottimizzare il percorso terapeutico seguito da portatori di disabilità mentali. Inoltre è dimostrato che l’esperienza delle attività circensi condivisa con i caregivers dei portatori di disabilità, migliora la comprensione a la comunicazione con un conseguente aumento della qualità di vita.

Nel disabile mentale la qualità di vita, propria e dei caregivers, passa per una corretta propriocezione (capacità di riconoscere il proprio corpo senza l’ausilio della vista e valutarne gli effetti d’utilizzo), nella possibilità di esprimere le proprie emozioni e la propria fisicità, nella capacità di gestire il rapporto con l’altro.

Il progetto Happy Circus ha fatto emergere tutte le potenzialità dell’utilizzo in questo senso delle discipline circensi; potenzialità che aumentano ancor di più, se unite a percorsi relativi al teatro e alla danza.

In questi sei anni dall’avvio, il progetto Happy Circus ha mostrato le proprie potenzialità, ma anche i limiti dati da tempi, spazi, numero di professionisti e volontari, in contrasto con il continuo aumento di richieste. Da queste necessità nasce la collaborazione con Il Club e A.R.E.S, realtà che, grazie alla loro esperienza, consolideranno il progetto sia nell’offerta esperienziale che per quanto riguarda volontari e professionisti esperti in tema di disabilità.

L’Associazione Il Club, a.p.s., fondata da un team di psicologhe e psicoterapeute, organizza corsi, spettacoli, conferenze e progetti in collaborazione con il dipartimento di Salute Mentale di Iseo mentre A.R.E.S. Arte Ricerca Educazione Spettacolo, a.p.s. si occupa di interventi rivolti a bambini o ragazzi con disabilità per lo più cognitiva condotti da attori teatrali professionisti e specializzati sulla comunicazione sia verbale che fisica e sensoriale.

Grazie al finanziamento del Bando Volontariato 2020, sarà possibile avviare la collaborazione dei tre enti, in modo da creare i presupposti per la formazione specifica dei volontari e di far fronte alle spese vive che nascono dall’aumento della domanda e che hanno avuto un’aggravante a causa del recente lockdown.

Per l’anno successivo, l'obiettivo è quello di mantenere quanto realizzato nell’arco degli ultimi sei anni, ampliando il servizio come necessario e offrendolo sempre e comunque a titolo completamente gratuito per l’utenza.

REDAZIONE 24 nov 11:50