lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di MAURO TONINELLI 02 apr 00:00

Rondinelle: sognando l'happy end

Il punto della situazione, un focus a 360° sul Brescia calcio, tra speranze e rassegnazioni, tra passato e futuro

Se la si fosse pensata a tavolino una stagione come quella 2014/2015 probabilmente sarebbe stato difficile pensarla così. Così complicata; con colpi di scena, personaggi nuovi e piste che sembrano certe fino ad essere smentite all’ultimo momento, con una trama a un intreccio degni di thriller partoriti dalle menti geniali di autori amati dal grande pubblico. Ma la triste verità è che questa è la realtà. Questa è la realtà del calcio bresciano di punta oggi. Certo, qualcuno sogna e spera ancora un happy end o, come nelle migliori fiabe, un “E vissero tutti felici e contenti”. Sogni e desideri. Qualcuno vorrebbe poter correre all’ultima pagina e scoprire il finale di questa avventura, ma non si può. Bisogna viverla fino in fondo. E potrebbe non essere così piacevole.

Certo la matematica non condanna ancora le Rondinelle alla Lega Pro, anche se non tutto appare in discesa. Tutt’altro. Il calendario, da qui all’ultima giornata, offre molti scontri con squadre che si trovano nelle zone alte della classifica o in potenziale, ad oggi, lotta per i play off. Eccezione rimane il Catania, in piena lotta retrocessione che Zambelli e compagni incontreranno alla terzultima di campionato. In mezzo Carpi, Bologna, Avellino o Spezia, per dirne alcuni: le zone nobili della classifica. Tutto questo potrebbe celare una opportunità per gli uomini di Calori: nel caso queste squadre avessero già ottenuto i loro obiettivi, da un punto di vista matematico, potrebbero giocare con meno cattiveria e impegno. Doti che non possono mancare al Brescia, anche se in molti caso ne ha fatto difetto. La soddisfazione per gli obiettivi ottenuti dagli altri non deve essere però il punto su cui confidare, anche se nel calcio la palla tonda a volte può rotolare dove meno te l’aspetti. In quel caso sarebbe quasi un finale a sorpresa.
MAURO TONINELLI 02 apr 00:00