lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MASSIMO VENTURELLI 02 lug 12:07

Le "cicale" tornano a cantare

Nonostante le difficoltà il Teatro Telaio anche in questo 2020 tanto particolare è riuscito ad allestire il suo Festival estivo itinerante

A dispetto dell’emergenza sanitaria che impone ancora tanti limiti, le “cicale” del Teatro Telaio tornano a cantare. Nei giorni scorsi, infatti, è stata presentata la 21ª edizione del Festival di Teatro Ragazzi e Giovani “Il canto delle cicale”, che quest’anno si concentrerà a luglio, tra l’8 e il 30.

Proposta. Alla proposta de “Il Telaio” hanno risposto più o meno tutti i Comuni delle passate edizioni e altri “nuovi”, che hanno deciso di regalare un momento di ristoro alle famiglie e si sono assunti l’onere di gestire gli aspetti organizzativi legati al rispetto delle norme e dei protocolli anti Covid: Castegnato, Cellatica, Concesio, Mazzano, Monticelli Brusati, Nuvolento, Nuvolera, Ome, Ospitaletto, Paderno Franciacorta, Passirano, Provaglio d’Iseo, Roncadelle, Rovato. Le scelte artistiche operate per il festival di quest’anno sono state effettuate nel rispetto delle normative che garantiscono la sicurezza del pubblico e degli attori.

Sicurezza. Quindi via libera a spettacoli che garantiscono il distanziamento in scena e non rendono necessarie le mascherine (La festa delle feste, Lineamondo, Rose nell’insalata, Il bambino dai pollici verdi, Il gigante soffiasogni), ai monologhi (Il viaggio di Giovannino – un omaggio ai 100 anni dalla nascita di Rodari, Casca il mondo casca la terra, Le quattro stagioni, Ravanellina) e ai congiunti in scena (Storia di un bambino e di un pinguino, Amici per la pelle, Sonata per tubi, Il sogno di Tartaruga).

Progetto. “Il Canto delle Cicale” accoglierà anche il momento conclusivo del progetto “Grandi compagnie per i piccoli” che si era interrotto con la stagione “Storie storie storie”. Sostenuto da Siae/Per chi crea, bando che premia chi sostiene il lavoro dei giovani, il progetto seleziona spettacoli realizzati da compagini artistiche under 35. All’interno del Festival andranno dunque in scena Schedia Teatro con “Rose nell’insalata”, uno spettacolo per piccolissimi (dai 2 anni) ispirato a Munari e Nata Teatro con “Ravanellina”, che andrà in scena per un pubblico riservato presso Casa Delbrêl a Rodengo Saiano, un’iniziativa di housing sociale promossa dall’Associazione Punto Missione per accompagnare famiglie di richiedenti asilo e donne con minori, per dare loro una casa, un sostegno ma soprattutto un’occasione per intraprendere una nuova vita.

Apertura. L’edizione 2020 de “Il Canto delle cicale” prenderà il via l’8 luglio, in piazza Chiesa di San Zenone a Monticelli Brusati, con lo spettacolo (alle 21) “Piccolo spettacolo contro la noia” prodotto dal Teatro Telaio – LineaMondo. La programmazione completa del festival è consultabile sul sito www.cantodellecicale.it

MASSIMO VENTURELLI 02 lug 12:07