lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Val Palot
di DAVIDE ALESSI 02 lug 12:00

L’ultima apprezzata cucina di Pìlgio

Vigilio “Pìlgio” Fettolini, da 57 anni titolare della trattoria “La Stella” di Palot, domenica 28 giugno si è ritirato

Vigilio “Pìlgio” Fettolini, 82 anni compiuti, da 57 titolare della trattoria “La Stella” di Palot, domenica 28 giugno ha concluso la sua lunga vita lavorativa. Dopo la morte improvvisa della moglie, avvenuta a marzo, è rimasto solo a gestire lo storico locale: ora l’epidemia del coronavirus, con tutte le problematiche di sicurezza e di investimenti collegate, ha accelerato la chiusura. “Pilgio” ha operato per 50 anni al suo ristorante-albergo “La nuova Stella” in Val Palot, con il ruolo principale di “chef” esperto in cucina locale, ma non solo, dopo i primi 7 anni alla vecchia trattoria “Stella”, diventando per tutti, l’uomo dell’accoglienza, della cucina, delle stagioni, della storia stessa della Val Palot. Memorabili i suoi piatti tratti dall’antica saggezza popolare della valle: cacciagione, coniglio con polenta, funghi di eccellente qualità, primizie della montagna, tra cui memorabili minestroni di erbe selvatiche e, da 20 anni, una trippa che attirava buongustai anche dalle città della Lombardia. E poi salumi tipici, maturati nelle antiche cantine del posto e formaggi delle malghe della valle, tra cui anche il prezioso “Silter” della Foppella. Dopo la morte della moglie, “Pilgio” ha deciso che era arrivato il momento di ammainare la vela. Pilgio ricorda con le lacrime agli occhi il suo matrimonio avvenuto nel 1961: lei aveva 21 anni e lui 27. Insieme hanno lavorato sodo, hanno cresciuto due figli, ma per diverse ragioni oggi nessuno dei due può continuare la storica e unica avventura dei genitori. Avevano tagliato il traguardo dei 53 anni di matrimonio e lavoro alla Stella e il ricordo di lei oggi è ancora più acuto, perché in poche settimane la vita di “Pilgio” ha subito un brusco cambiamento. Ora per lui si aprono gli anni del riposo attivo: abiterà nella frazione poco sotto Palot, a Fraine: ma tutti scommettono che sarà sempre per boschi e prati. La Stella oggi è stata acquistata da un noto imprenditore della zona che in Val Palot sta effettuando altri importanti investimenti.

DAVIDE ALESSI 02 lug 12:00