lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Milano
25 set 08:11

Lotta al bullismo in Valle Camonica

Ascolta

Presentato ieri il progetto #Nobulli#, nato dalla collaborazione tra il Comitato Regionale per le Comunicazioni della Lombardia l’Ufficio Scolastico regionale, la Comunità Montana della Valle Camonica, il Consorzio dei Comuni Bim di Valle Camonica e l’Ust di Brescia

Stop ai bulli in Valle Camonica: alunni, famiglie e cittadini saranno protagonisti di alcuni eventi e momenti formativi che abbiamo promosso con le istituzioni locali per tutelare la propria identità digitale e soprattutto per prevenire i possibili rischi legati alla frequentazione delle rete e degli strumenti social, con l’obiettivo comune di sconfiggere e contrastare ogni forma di bullismo e cyberbullismo”.
È questo il senso del progetto “#NO BULLI!” presentato ieri e Milano da Marianna Sala, presidente del Corecom Lombardia Marianna Sala, , con il quale il Comitato Regionale per le Comunicazioni della Lombardia, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico regionale, la Comunità Montana della Valle Camonica, il Consorzio dei Comuni Bim di Valle Camonica e l’UST di Brescia, propone e supporta una serie di incontri e iniziative formative sul tema della web reputation, con la presenza di qualificati professionisti ed esperti del settore.

Le ore formative sono rivolte agli alunni delle scuole medie e superiori e ai loro insegnanti sul tema del cyberbullismo nelle sue varie declinazioni, ma anche ai genitori e alla cittadinanza per far conoscere e accendere i riflettori sui fenomeni dei comportamenti rischiosi online.

Gli incontri, suddivisi in mattinate dedicate ai ragazzi e prime serate riservate a genitori e cittadini, coinvolgeranno le comunità bresciane della Bassa-Alta-Media Valle Camonica e si terranno giovedì 26 settembre a Darfo; venerdì 27 settembre a Edolo; giovedì 3 ottobre a Breno e venerdì 11 ottobre ancora a Darfo.

Marianna Sala ha sottolineato come “sono rimasta piacevolmente colpita dall’attenzione e dalla partecipazione delle comunità dell’Alta Valle Camonica per il progetto #NO BULLI! e di come tutto il territorio abbia dimostrato una sorprendente sensibilità e adesione verso questi temi e corsi formativi portati avanti dal Corecom Lombardia, da tempo impegnato nella definizione di Accordi e Tavoli tecnici di collaborazione istituzionale in materia di tutela della reputazione online, tra cui il recente Protocollo d’Intesa sottoscritto con l’Ordine degli Avvocati di Milano”.

In sintesi, il progetto #NO BULLI! si prefigge di sensibilizzare giovani, insegnanti e cittadinanza sul problema della privacy e del cyberbullismo, coinvolgendo tutte le agenzie educative del territorio. Questi i suoi principali obiettivi e intendimenti: favorire una piena consapevolezza del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo e come affrontarlo; condividere l'utilizzo sostenibile della Rete nel rispetto della dignità altrui e delle norme basilari di convivenza sociale; stimolare il coinvolgimento dei genitori, la collaborazione tra scuola, famiglia e studenti; promuovere una maggior sensibilità di intervento e denuncia; aprire sportelli di ascolto in tutto il territorio.

In concomitanza con gli eventi previsti, una staffetta delle scuole valligiane percorrerà la ciclopedonale della Valle Camonica per testimoniare e condividere l’impegno per il contrasto ad ogni forma di bullismo e discriminazione.

Le giornate formative, condotte dall’avvocato Daniele Barelli dell’Ordine forense di Milano in alternanza con formatori della Fondazione Carolina Picchio (la ragazza 14enne suicida e prima vittima del bullismo in rete), costituiscono un primo esempio di sinergia tra Corecom Lombardia, Regione Lombardia, Ordine degli Avvocati di Milano, Ufficio Scolastico per la Lombardia e le istituzioni territoriali montane del territorio della provincia di Brescia.

25 set 08:11