lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di MASSIMO VENTURELLI 23 ott 10:29

In ascolto del Signore che parla

Il Gruppo Editoriale San Paolo, impegnato da oltre cento anni nell’evangelizzazione e nella diffusione dei valori cristiani, ha realizzato uno straordinario progetto che vede il suo compimento nella pubblicazione di una versione unica al mondo delle Sacre Scritture: “La Bibbia, scrutate le Scritture”. L’iniziativa nasce in occasione dell’anniversario dei 1.600 anni dalla morte, avvenuta il 30 settembre del 420, di san Girolamo, attento conoscitore della Parola e autore della prima traduzione in latino della stessa.

Impresa. “La Bibbia, Scrutate le Scritture”, disponibile da qualche giorno in libreria, sarebbe stata oggetto di una presentazione anche wa Brescia, ma il giro di vite all’organizzazione di eventi publbici imposta dalle nuove normative antiCovid hanno fatto rimandare il tutto a tempi più opportuni. Tra gli invitati alla presentazione avrebbe dovuto esserci anche don Ezechiele Pasotti,uno dei biblisti che hanno preso parte all’operazione che ha portato alla realizzazione dell’opera. “Mettere mano a una nuova edizione della Bibbia è sempre un’impresa – racconta il biblista Ezechiele Pasotti – . E quella a cui abbiamo lavorato è un‘edizione che presenta alcuni interessanti elementi di unicità”. Il lavoro a cui don Pasotti e gli altri curatori sono stati chiamati ha risposto ad alcune linee guide. “La prima – continua – è quella di leggere la Bibbia con la Bibbia: rifacendoci alla tradizione ebraica e patristica, secondo cui la Bibbia avrebbe in se settanta modalità di incontro con la parola in essa contenuta. Abbiamo cercato proprio attraverso la lettura delle sue pagine, di comprenderne tutti i volti, tutte le modalità di incontro con il Signore”.

Un’altra linea guida seguita nella realizzazione de “La Bibbia, scrutate le Scritture” è stata quella di cercare di incontrare Dio al di là del versetto, perché come sosteneva Levinas, è in quella dimensione che c’è Dio stesso. A muovere le edizioni San Paolo verso questa nuova iniziativa editoriale sono state le parole di papa Francesco, che più volte ha affermato, scrivendolo anche nella lettera apostolica Aperuit Illis, che “la Bibbia non può essere solo patrimonio di alcuni e tanto meno una raccolta di libri per pochi privilegiati. Essa appartiene, anzitutto, al popolo convocato per ascoltarla e riconoscersi in quella Parola. La Bibbia è il libro del popolo del Signore che, nel suo ascolto, passa dalla dispersione e dalla divisione all’unità. La Parola di Dio unisce i credenti e li rende un solo popolo”. Di qui l’idea di realizzare un’edizione della Bibbia che si rivolge a tutti, per la preghiera individuale e comunitaria.

Scrutatio. “La Bibbia, scrutate le Scritture” è unica al mondo perché valorizza la via della Scrutatio, seguendo la tradizione rabbinica e quella patristica, grazie alla presenza di 380 note concepite come veri e propri percorsi tematici all’interno dell’intera Scrittura su altrettanti temi biblici. Attraverso queste molteplici possibilità il lettore può costruire un’esperienza inedita e personalizzata, oltre a un metodo specifico di lettura del testo. L’opera offre ai lettori un’Introduzione generale che illustra con chiarezza i principi per una lettura orante della Bibbia e, nelle introduzioni ai singoli libri, non si sofferma solo sugli aspetti storici o letterari, ma li presenta nell’insieme della Bibbia, evidenziando come ciascuno di essi venga ripreso e riletto da un altro testo biblico. Le note esegetiche-storiche-teologiche non vengono trascurate, per ricordare che la Parola è “incarnata”: abita un tempo, una geografia e una condizione sociale, prediligendo quelle che aiutano a contestualizzare e a chiarire il testo. Una Bibbia unica al mondo perché ricca di passi paralleli, sia per quanto riguarda il numero che l’ampiezza di associazioni che permettono accostamenti tra i due Testamenti, favorendo una lettura vitale della Bibbia. È un progetto editoriale pensato proprio per una lettura orante della Parola, in un clima di ascolto e di dialogo con Dio. L’opera ha una dimensione che don Pasotti definisce “pastorale” per le parrocchie, i gruppi, i singoli fedeli, per aiutare a trasmettere la fede. “Quella edita dalla San Paolo – conclude il biblista – è una Bibbia pensata proprio per questo. L’insieme delle note specifiche che accompagnano la pubblicazione permette di mettersi in ascolto del Signore che parla”.

MASSIMO VENTURELLI 23 ott 10:29