lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di REDAZIONE ONLINE 22 set 09:25

Aiuti per disoccupati "quasi" pensionati

La Camera di commercio di Brescia ha creato un fondo per sostenere le aziende interessate all'iniziativa

La Camera di Commercio di Brescia si fa promotrice di un'importante iniziativa volta a favorire i lavoratori disoccupati prossimi alla pensione. L'Ente camerale di via Einaudi ha inteso, infatti, dare un significativo apporto, di rilievo sociale oltreché economico, nel contribuire a risolvere un problema che, causa la persistente crisi che attanaglia il mondo del lavoro, rischia di determinare un impatto fortemente negativo su molte famiglie.

 

In dettaglio, con uno specifico bando, con una fondo di dotazione pari 255mila euro,  le micro e le Pmi bresciane operanti in tutti i settori economici potranno beneficiare di uno specifico contributo per l'assunzione a tempo indeterminato (sia full time che part time, con minimo 24 ore settimanali), di lavoratori disoccupati, prossimi alla pensione cui manchino non più di 5 anni di contribuzione per la maturazione del diritto al trattamento pensionistico secondo la normativa vigente.

 

I lavoratori che si trovano in questa condizione, rischiano infatti seriamente di trovarsi in una sorta di “terra di nessuno” dove all'estrema difficoltà a trovare una nuova collocazione lavorativa, per motivi per lo più legati all'età anagrafica, si aggiunge quella di non riuscire a maturare i requisiti pensionistici.

 

L'iniziativa assume ancora maggior significato se si pensa che il fondo di dotazione del bando deriva interamente da risorse reperite dagli stanziamenti destinati ai compensi e ai gettoni spettanti agli Amministratori camerali, sia in qualità di componenti della Giunta che del Consiglio, ai quali gli stessi hanno volontariamente e completamente rinunciato.

 

“Gli Amministratori della Camera di Commercio – commenta il Presidente  Giuseppe Ambrosi – hanno inteso sottolineare il significato del loro impegno e del loro spirito di servizio a favore dell'economia e della comunità bresciana con un'iniziativa che assume anche un importante valore simbolico, di fatto anticipando i contenuti della riforma del sistema camerale, attualmente in iter di approvazione, che per l'appunto prevede, tra l'altro, la gratuità degli incarichi amministrativi”.

 

Gli investimenti oggetto del contributo camerale, ammontante a 4.500 euro per contratti a tempo pieno e a 2.500 euro per contratti part time, con minimo 24 ore settimanali, devono essere effettuati dall'impresa destinataria nel periodo di vigenza del bando, ovvero dal 1.1.2016 al 1.3.2017. E' consentita la concessione di contributi per n. 2 assunzioni massimo da parte della medesima impresa bresciana.

REDAZIONE ONLINE 22 set 09:25