lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di ROSANGELA FORMENTI 01 giu 14:28

Basta odio!

Percorro il ring e mi imbatto nei cartelloni di propaganda elettorale di "CasaPound", "Basta feccia" , titolano a tutto campo questi cartelloni. Metto da parte per un istante l'indignazione e mi informo, sperando di trovare motivi che non siano quelli che ho immaginato. Scopro quindi che questa è una citazione del consigliere comunale della città di Bolzano, Andrea Bonazza, rivolta agli immigrati

Percorro il ring e mi imbatto nei cartelloni di propaganda elettorale di "CasaPound", "Basta feccia" , titolano a tutto campo questi cartelloni. Metto da parte per un istante l'indignazione e mi informo, sperando di trovare motivi che non siano quelli che ho immaginato. Scopro quindi che questa è una citazione del consigliere comunale della città di Bolzano, Andrea Bonazza, rivolta agli immigrati che "oltre a non volerne sapere di integrarsi, costituiscono un serio pericolo per la cittadinanza" (cit.).

Bene, ora posso arrabbiarmi. Tutta la mia indignazione è nei confronti di chi decide di stare su uno scranno e giudicare. Gli immigrati sono persone, che per una serie di situazioni a noi non note, sono nate in un paese diverso dal nostro, con abitudini diverse con possibilità diverse. Chi si credono di essere costoro di CasaPound? Gli eletti? Come si permettono di giudicare tout-court chi è semplicemente non italiano? Svegliatevi cattolici, ogni volta che sentirete qualcuno dire "basta feccia" o "prima gli italiani " ricordatevi che ci fu un uomo duemila anni fa, che disse prima gli ultimi. Svegliatevi cattolici e ogni volta che sentirete qualcuno dire "basta feccia"o "prima gli italiani ", giratevi e urlate "prima le persone, di qualsiasi razza, ceto o paese esse siano". Siamo in clima di elezioni e il suddetto partito si presenta con un suo candidato sindaco, che sui suoi cartelloni scrive: scegli un combattente. Non sceglierò un combattente, perché non sono in guerra.

Non sceglierò mai chi mi mostra un orizzonte di odio e di intolleranza, guardo i programmi e sono certa che sceglierò qualcuno che mi mostrerà un orizzonte buono, fatto di cose da fare, in cui c'è spazio per tutti, indipendentemente dal Dio in cui crede e dal paese da cui proviene.

ROSANGELA FORMENTI 01 giu 14:28