lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
16 mar 00:00

Non fare cassa con chi vive situazioni di sofferenza

-

Nei giorni scorsi ho dovuto sostare per più ore agli Spedali civili di Brescia per assistere mio marito, reduce da un intervento chirurgico. Venendo da un paese della provincia e non potendo programmare i tempi della mia presenza, ho dovuto recarmi ai Civili in auto, lasciandola nei parcheggi gestiti da “Brescia Mobilità”. Il prezzo che ho dovuto pagare non è stato indifferente.

Conversando, con i familiari di un altro degente ho scoperto che ai residenti in città è rilasciata una card che consente di abbattere i costi di parcheggio. Ho chiesto nel reparto in cui è ricoverato mio marito se potevano rilasciarmi una sorta di dichiarazione che attestasse il motivo della lungo utilizzo del parcheggio di “Brescia Mobilità” ai fini di uno sgravio simile a quello riconosciuto ai residenti in città. Purtroppo, mi è stato risposto che non potevano fare nulla.

Per questo sono a chiedere, tramite “Voce”, alla società che gestisce i parcheggi a servizio degli ospedali cittadini di prevedere una riduzione per chi effettua lunghe soste per comprovate ragioni sanitarie. Non mi pare giusto fare cassa con chi vive situazioni di sofferenza.
16 mar 00:00