lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
di MASSIMO VENTURELLI 08 feb 09:41

"Grande" per gli adolescenti

Con il progetto vengono messi a disposizione mille ingressi gratuiti agli spettacoli in programma da qui a giugno al massimo cittadino

La Fondazione del Teatro Grande e l’assessorato alle Politiche per la famiglia, la persona e la sanità del Comune di Brescia hanno lanciato il progetto “Adolescenti e teatro: la Grande avventura”. Si tratta di una proposta inedita, destinata ai ragazzi tra i 12 e i 18 anni, con l’obiettivo di promuovere la loro inclusione sociale attraverso la cultura e il teatro. Con il progetto vengono messi a disposizione mille ingressi gratuiti agli spettacoli in programma da qui a giugno al massimo cittadino. I giovani destinatari del progetto – individuati attraverso la collaborazione con i Servizi sociali del Comune di Brescia – saranno prevalentemente adolescenti della città provenienti da situazioni svantaggiate. A questi si aggiungerà un gruppo di adolescenti meritori in quanto già aderenti a forme di volontariato e di cittadinanza attiva.

Per l’individuazione dei ragazzi si intendono coinvolgere alcune parrocchie particolarmente attive in ambito sociale e i servizi “Vivi il Quartiere”, distribuiti su tutta la città e frequentati da preadolescenti e adolescenti che desiderano svolgere attività educative. Inoltre ci si appoggerà a Cag, Informagiovani e Spazio Giovani, ma anche a enti e associazioni da sempre attivi nel contesto sociale cittadino. Due i binari del progetto: il primo “Al Grande con un Grande” è destinato alla prima adolescenza (12-14 anni). A 250 ragazzi verrà proposto di condividere la fruizione teatrale con un adulto. Il secondo, “Al Grande alla Grande!”, è, invece, pensato per gli adolescenti tra i 14 e i 18 anni. A 250 ragazzi verrà proposto di condividere la fruizione teatrale con un coetaneo. Il progetto prevede, poi, un ultimo step: “Incontriamo il Teatro Grande, un ciclo di appuntamenti con il Sovrintendente e con il personale del Teatro, per avvicinare i giovani al Grande attraverso nuove prospettive.

MASSIMO VENTURELLI 08 feb 09:41