lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di REDAZIONE 12 feb 14:47

Querida Amazonia

Ascolta

In Amazzonia, “specialmente nelle sue foreste e luoghi più remoti, occorre trovare un modo per assicurare il ministero sacerdotale”. Lo ribadisce il Papa nell’esortazione apostolica “Querida Amazonia”

“Querida Amazonia” è l’espressione utilizzata dal Papa durante il Sinodo sull’Amazzonia dell’ottobre scorso per tranquillizzare il ministero sacerdotale.

Querida Amazonia è il titolo dell’esortazione post sinodale pubblicata oggi.

Bisogna “prestare particolare attenzione - scrive il Papa - all’origine delle donazioni o di altri tipi di benefici, così come agli investimenti fatti dalle istituzioni ecclesiastiche o dai cristiani” e l’Amazzonia “dovrebbe diventare un luogo di dialogo sociale, specialmente tra i diversi popoli originari, per trovare forme di comunione e di lotta congiunta”.

Ha esortato così “Tutti i vescovi, in particolare quelli dell’America Latina, non solo a promuovere la preghiera per le vocazioni sacerdotali, ma anche a essere più generosi, orientando coloro che mostrano una vocazione missionaria affinché scelgano l’Amazzonia”.

Ha affermato inoltre che lo sfruttamento dell'Amazzonia è "un'ingiustizia e un crimine" e che “l’equilibrio del mondo dipende dalla salute dell’Amazzonia”.

I sacramenti “devono essere accessibili, soprattutto ai più bisognosi e non devono mai essere negati per motivi di denaro” e bisogna “celebrare l’Eucarestia anche nelle comunità più remote e nascoste, perché essa fa la Chiesa”, ha spiegato il Papa.

Francesco ha sottolineato ancora una volta l’importanza del ruolo delle donne perché “senza le donne” la Chiesa “crolla”, così “come sarebbero cadute a pezzi tante comunità dell’Amazzonia se non ci fossero state loro a prendersene cura”.

REDAZIONE 12 feb 14:47