lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Lumezzane
di MAURO TONINELLI 14 apr 00:00

All'Odeon: “Giacinto Prandelli. Passioni e belcanto”

A distanza di oltre un secolo il paese che diede i natali a uno dei più grandi cantanti lirici del secolo scorso lo ricorda con un evento

Sarebbero 101 gli anni di colui che, partendo dalla Valle del Gobbia, cantò il melodramma sui palcoscenici più importanti del mondo. Giacinto Prandelli si fece apprezzare nel panorama della lirica e divenne uno dei più versatili e raffinati tenori del XX secolo.

Il ricordo rimane ancora vivo a Lumezzane, quella città che giovedì 23 aprile alle 20.45 lo ricorda con un evento al Teatro Odeon dal titolo “Giacinto Prandelli. Passioni e belcanto”. Saranno le musiche di Mozart ad aprire la serata che continuerà mescolando in cartellone musiche di Gaetano Donizetti, Vincenzo Bellini e Giuseppe Verdi. Le voci che canteranno questi brani famosi saranno quelle del soprano Daniela Cappiello e del baritono Biagio Pizzuti. Nel mezzo gli attori Laura Mantovi e Daniele Squassina racconteranno dell’arte e della carriera di Giacinto Prandelli attraverso commenti, testimonianze e documenti, alcuni dei quali inediti preziosi di firme illustri che vollero esprimere la loro ammirazione per lui. Al piano Kuniko Kumagai, affermata concertista giapponese, docente di conservatorio con molte registrazioni all’attivo. A

lla regia dello spettacolo, voluto dall’assessorato alla cultura del Comune di Lumezzane con il sostegno di Fondazione Asm e Mepra, Sara Poli con la direzione artistica di Roberta Pedrotti. Il sottotitolo dello spettacolo “La grande musica a due voci tra amori, drammi e commedie” spiega e illustra bene le scelte musicali che parte con “Là ci darem la mano” in duetto, tratta da “Don Giovanni” per continuare con l’aria della Regina della notte per raccogliere la risposta tratta da “Così fan tutte” con “Donne mie la fate a tanti”. E poi via tra arie di Figaro e de “I puritani”. Per correre fino alla fine per sentire da “Rigoletto” la voce di Giacinto Prandelli cantare “La donna è mobile”. Il costo della serata è di 10 euro (ridotto 5). Prevendite presso il Teatrop Odeon o la libreria Punto Einaudi a Brescia. Info: teatro-odeon.it.
MAURO TONINELLI 14 apr 00:00