lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di GIUSEPPE BELLERI 30 giu 09:36

Messa al Redentore

Appuntamento domenica 19 luglio. “Quest’anno vogliamo ricordare i 100 anni dall’ordinazione sacerdotale di San Paolo VI ma anche i 100 anni dalla nascita di San Giovanni Paolo II"

Domenica 19 luglio non si può mancare all’appuntamento della Santa Messa celebrata ai piedi del monumento al Redentore, accanto alla statua di San Paolo VI. Anche se in modo informale, ogni pellegrino salirà per il sentiero più congeniale. Si giungerà quindi al culmine del Monte Guglielmo per partecipare alla Santa Messa, che da anni viene celebrata nella terza domenica di luglio, a ricordo dell’inaugurazione del monumento, avvenuta il 24 agosto 1902. Saranno sicuramente in tanti e provenienti da tutta la Lombardia, perché il Guglielmo si trova nel cuore della Regione, coloro che dotati di buona volontà e buone gambe, essendo la salita dalle varie località circostanti di almeno 2-3 ore, saliranno di buon mattino per partecipare alla Santa Messa che verrà celebrata alle 10,30 da don Lorenzo Pedersoli, parroco di Zone, che giungerà come d’abitudine a piedi ma non in processione come suole fare ogni anno. “Quest’anno − ha affermato don Lorenzo - vogliamo ricordare i 100 anni dall’ordinazione sacerdotale di San Paolo VI ma anche i 100 anni dalla nascita di San Giovanni Paolo II; entrambi questi papi hanno dimora sul Guglielmo, che è l’unico monumento che abbia un segno scultoreo di due papi santi: Paolo VI con la statua, inaugurata 22 anni fa e Papa Wojtyla nel portale in bronzo della chiesetta, benedetto 14 anni fa da mons. Beschi".

GIUSEPPE BELLERI 30 giu 09:36