lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Ponte di Legno
di M.VENTURELLI 08 ago 00:00

Passi nella neve: la voce di Giannini per il soldato Otto

Il noto attore legge l'8 agosto alla Conca della Baracca alle Fortificazioni della Costa di Casa Madre, pagine del "Taccuino di un nemico" di Dario Malini

Sarà Giancarlo Giannini a officiare, a Ponte di Legno, il grande rito laico dell’evento di punta di "Passi nella neve" nell’edizione del Centenario dell'entrata nella Prima guerra mondiale dell'Italia. A lui il compito di dare voce a "Taccuino di un nemico", tratto dall’omonimo libro di Dario Malini, l diario di un giovane soldato tedesco di religione ebraica di cui conosciamo solo il nome: Otto. Attraverso la sua coinvolgente scrittura saranno osservate da vicino alcune grandi battaglie europee, dal fronte francese a quello italiano, ma anche gli struggenti contrasti tra i “paesaggi” di guerra e quelli di una prepotente natura, le terribili realtà del fronte in opposizione agli squarci di vita che sbocciano in mezzo all’orrore.

Una passione umana che attraversa quasi cinque anni di guerra, alla fine dei quali, Otto, sopravvissuto, incede stremato ma pieno di fiducia verso quella che sarà la Germania degli orrori.
Giancarlo Giannini presterà la voce al soldato Otto la mattina di sabato 8 agosto alla Conca della Baracca delle Fortificazioni della Costa di Casa Madre.

Dopo Marco Paolini, Luigi Lo Cascio, Michele Placido, Maria Paiato, Lella Costa, Sergio Rubini, Alessandro Baricco, Erri De Luca, Gioele Dix, Pamela Villoresi, Fabrizio Bentivoglio e Luca Zingaretti, tocca dunque a Giancarlo Giannini il ruolo di presenza di prestigio alla manifestazione ideata con lo lo scopo di ricordare e commemorare le vicende della Prima Guerra Mondiale. Nel Centenario dell’ingresso dell’Italia nella Grande Guerra, e a settant’anni dalla fine del secondo conflitto mondiale. "Passi nella neve registra fra gli organizzatori, oltre alla presenza dei Comuni di Pontedilegno e Temù, a che l’ingresso del Comune di Vezza d’Oglio. La proposta è parte di un più ampio progetto, Adamello Guerra e Memoria, promosso dall’Unione Comuni di Alta Valle Camonica.

In caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, l'appuntamento in programma nella primissima mattina dell'8 agosto, verrà posticipata alle 11 e si terrà presso il Palazzetto dello Sport di Ponte di Legno
M.VENTURELLI 08 ago 00:00