lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Erbusco
di FRANCO MINGOTTI 06 giu 13:28

Erbusco: festeggiando San Bonifacio

Ascolta

A Erbusco è stata celebrata la Festa di San Bonifacio, patrono del Comune e dell’Unità Pastorale

San Bonifacio è il patrono del Comune di Erbusco e dell’Unità Pastorale tra le parrocchie di Erbusco, Villa Pedergnano e Zocco. I colori rosso e bianco, dei fiori e dei paramenti, a significare la santità ed il martirio, illuminati dalle oltre 130 lampadine della macchina del triduo, hanno fatto da sfondo alla Concelebrazione Eucaristica presieduta da don Giuliano Massardi, vicario della Zona Pastorale di San Carlo Borromeo. Mercoledì scorso celebrazione liturgica di San Bonifacio, vescovo e martire.


In questi giorni entrando nella parrocchiale di Erbusco si viene subito colpiti dalla maestosità e bellezza della macchina del triduo. Di questa piacevole immagine hanno goduto i fedeli che hanno partecipato al Rito in onore al Santo Patrono. Nell’omelia, don Giuliano, oltre al richiamo al Vangelo del giorno ed a tracciare un preciso profilo di San Bonifacio, ha focalizzato il suo intervento sull’importanza di celebrare e dedicare una comunità, un Comune o una Città ad un Santo patrono. Per don Giuliano la celebrazione e dedica di un paese ad un santo riporta alla fedeltà delle nostre radici, al bisogno che ogni persona ha di buoni esempi da seguire ed al richiamo all’Eternità che parte dalla consapevolezza che il Vangelo è possibile da vivere, come ci insegnano i santi.


L’intera Unità Pastorale ha preceduto la celebrazione della festività patronale con un momento di adorazione, svoltosi lunedì scorso, nella parrocchiale di Erbusco. Alla fine della Celebrazione in onore a San Bonifacio, i fedeli dell’Unità Pastorale si sono ritrovati, all’oratorio di Erbusco, per un momento di conviviale condivisione. La prestigiosa macchina del triduo sarà ammirabile per alcuni giorni nella parrocchiale di Erbusco. San Bonifacio, uomo contemplativo e di azione, dal Cielo protegge la cittadina adagiata sulle dolci colline franciacortine.

FRANCO MINGOTTI 06 giu 13:28