lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
di GIORGIA BARTOLOTTA 13 feb 09:32

Kenya, un futuro per i bambini

Ascolta

Il Cenacolo francescano Maria Assunta ospita una serata di beneficenza il cui ricavato sarà devoluto alla Onlus Marafiki Primary School

La sera del 22 febbraio dalle 19.30, presso il Cenacolo francescano Maria Assunta, in via Valle a Ome, si terrà una cena di beneficenza con lotteria, organizzata annualmente da Francesca Ambrosio. Il ricavato sarà devoluto alla Onlus Marafiki Primary School, per sostenere il progetto di Mario Rossi, Ivan Bordoli, Valentina Moscheni e Elisabetta Marigonda che, grazie a molti benefattori, dal 2001 aiutano i bambini dell’isola del Kenya, Kadaina.

Tutto ha inizio con una vacanza di Mario Rossi che durante un viaggio in barca vede sulla riva una tettoia apparentemente abbandonata che, parlando con una donna, scopre essere una scuola, perché per raggiungere quella più vicina alcuni bambini dell’isola erano affogati attraversando il canale e da allora il Governo concede quello spazio per farli studiare. Da questo incontro, nasce una storia di solidarietà per dare un futuro migliore ai bambini kenioti, rispettando le loro origini. Comincia dunque il progetto “Marafiki” (in Swahili “amici”) con la costruzione di una scuola, grazie all’aiuto della gente del posto, e a Natale 2002 nasce il primo vero edificio scolastico fatto di mattoni. Mario regala ad ogni famiglia sin da subito una cisterna per raccogliere la pioggia e gestire parzialmente il grande problema della mancanza d’acqua, ma questo non basta: si deve creare una rete sotterranea di tubi che per cinque chilometri trasporta l’acqua dal rubinetto più vicino a Kadaina. C’è però chi, abitando troppo lontano, non può fare avanti e indietro quotidianamente, né a piedi, né con la lancia resistente da poco costruita: nasce così il primo dormitorio grazie al contributo di Valentina Moscheni. Nel 2008 arrivano i primi computer e la biblioteca. Negli anni successivi vengono costruite nuove aule (non più solo per la Primary, ma anche per la scuola secondaria), nuovi dormitori, un pronto soccorso, i servizi igienici e tanto altro, anche grazie all’aiuto di Guido Bretoni che, stabilitosi in Kenya, gestisce il Garoda Resort di Watamu: tra i suoi clienti, decisivo è il sostegno di alcuni medici e di Pasquale Rodomonti, ex arbitro di serie A che presenta il progetto alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, la quale contribuisce per la costruzione di un refettorio. Il 14 giugno 2012 si costituisce ufficialmente la “Marafiki Primary School Onlus”.

Le novità purtroppo però non sono positive. Tra settembre e ottobre, un incendio colpisce il nuovo dormitorio femminile e una mareggiata fa crollare il muro di recinzione vicino alla Nursery, fortunatamente senza causare vittime, ma con nuovi lavori e nuovi costi da affrontare. Per iscriversi alla cena, contattare il numero 3479770662.

GIORGIA BARTOLOTTA 13 feb 09:32