lock forward back pause icon-master-sprites-04 volume grid-view list-view fb whatsapp tw gplus yt left right up down cloud sun
Brescia
27 mag 07:51

AN Brescia campione d'Italia 2021

Ascolta

La squadra di Bovo riporta, a 18 anni dal titolo del 2003, lo scudetto della pallanuoto in città. Sconfitta la Pro Recco che vinceva da 14 anni consecutivi (gli ultimi nove proprio contro i bresciani) il titolo

Brescia sul tetto d’Italia della pallanuoto. Sconfiggendo ieri era per 11 a 10 la Pro Recco (vincitrice degli ultimi 14 titoli, gli ultimi nove proprio a danno dei bresciani) la squadra guidata da Alessandro Bovo riporta in città uno storico tricolore atteso dal 2003. Uomo simbolo della AN Brescia è il capitano Alessandro Presciutti che, alla soglia dei 39 anni, ha preso per mano i compagni e lil ha portati a mettere fine all’egemonia dei liguri. E così, dopo nove finali consecutive finite con un nulla di fatto, l’AN Brescia riporta in alto i colori della città in un anno sportivamente (almeno a livello di competizioni a squadre) non particolarmente carico di soddisfazioni per Brescia.

Quella conquistata contro la Pro Recco è una vittoria carica di significati non solo perché premia la determinazione con cui la società negli anni ha inseguito l’obiettivo, ma anche perché quello conquistato ieri sera è il primo titolo assegnato dopo lo stop imposto dalla pandemia. E che lo scudetto premi una delle città più colpite dall’emergenza sanitaria è un segnale che conferma la volontà dei bresciani di rimettersi “in carreggiata”.

Questa, comunque, la cronaca della “storica” gara quattro degli uomini di mister Bovo. L’AN Brescia parte bene nel primo quarto nonostante il gol in avvio di Luongo in superiorità. Nonostante due abbondanti minuti in attacco, la Pro Recco non riesce a battere Marco Del Lungo che respinge ogni tiro dando la carica giusta alla squadra per raggiungere il pareggio con Nikolaidis e passare poi in vantaggio con il rigore di Renzuto. Di Fulvio con l’uomo in più firma il 2-2, ma una doppietta di Dolce chiude il primo parziale sul 4-2.

Ben 7 gol nella seconda frazione che si apre con la rete di Cannella su penalty, ma Echenique e una carambola sfortunata porta gli ospiti sul -1. A 6 minuti dalla fine si accende Maro Jokovic che segna una doppietta che carica i leoni, ma gli avversari non mollano il colpo e con le reti prima di Figlioli e Aicardi portano il punteggio sul 7-6.

Nel terzo e nel quarto periodo la squadra di Sandro Bovo regge alla grande in difesa nonostante il tentativo della Pro Recco di rimontare, ma la porta dei leoni è blindata. L'AN Brescia è campione d’Italia 2021.

A scudetto conquistato questo è stato il commento del presidente Malchiodi: “Sono dieci anni che lottiamo e che costruiamo e che sappiamo attendere. Ogni anno ci sentivamo più vicini a crederci e meritarcelo. Un regalo immenso”.

Grande soddisfazione anche da parte di Alessandro Bovo: “Ogni anno ci abbiamo creduto, quest’anno abbiamo fatto una squadra che non era sicuramente all’altezza ma oggi abbiamo fatto una prestazione grandiosa. Quando prima della gara ho visto la foto di Piero Borelli ho pensato “questa volta te lo dedico. È lo scudetto di tutto lo staff che ha lavorato con me: Edvin Calderara, Ilaria Cancarini, Francesco Mancuso, Fabio Faiola, Alessandro Tira, Enrico Oliva e Luca Rodolfi”

A chiudere le parole del vice presidente Alessandro Morandini: “Racchiude tutto il lavoro di Sandro, Andrea, i ragazzi. Abbiamo ammazzato una corazzata che era complicato battere e con l’amore per la pallanuoto l’abbiamo fatto”.

Grande, ovviamente, la soddisfazione della città. Questa mattina la pagina Facebook del sindaco Del Bono apre proprio con la foto dell’AN Brescia in festa dopo la storica vittoria.

27 mag 07:51